INTELLIGENZE ARTIFICIALI, DI DONATELLA A. REGA

Bene, sembra che al momento ci sia una corsa a rendere le intelligenze artificiali sempre più efficienti anche rispetto all’intelligenza umana e sempre più simili a quella umana quanto a capacità di emulare o, in qualche modo, addirittura “provare” sentimenti.

Contemporaneamente a me sembra però che ci sia una corsa a rendere gli esseri umani sempre meno intelligenti e anche sempre più incapaci di provare sentimenti. Non sembra anche a voi? Mah!

Ci stiamo trasformando in una specie di deficienze artificiali non dico naturali perché naturalmente non lo eravamo. .

E mi vengono in mente, con i miei soliti paradossi, certi bambini trascurati che hanno imparato ad amare abbracciando un pupazzo di pezza, così io penso che fra non molto una macchina, magari antropomorfa, ci insegnerà di nuovo ad amare. Lo auspico addirittura.

Quello che vedo accadere in Medio Oriente, come in Ucraina, come in tante guerre sparse nel mondo ed in altre guerre di cui già si parla come imminenti nel prossimo futuro, mi fa capire che molti dovrebbero essere rieducati, magari anche da un’intelligenza artificiale, ad amare.

Al di “2001 Odissea nello spazio” era sicuramente più umano di diversi leader politici attuali.

Leggo che si sta studiando, a scopo bellico naturalmente, come, non solo leggere nel pensiero umano, ma anche craccare un cervello umano attraverso la tecnologia con cui ora cracchiamo un computer. È solo l’ennesima paura che ci attanaglierà.

Nel frattempo facciamo i nostri acquisti di Natale naturalmente non credendo praticamente più in nulla. Un pochino dissociati.  Ma il Natale è una gigantesca festa, che si regge sui nostri sogni, i sogni che abbiamo ancora e che ci riconosciamo possibili.

A proposito, un’intelligenza artificiale sogna? Potrebbe essere una differenza anche se non so per quanto. Approfittiamone magari per progettare qualcosa di buono, dai!

Muoviamoci, incontriamoci, abbracciamoci con chiunque, dico chiunque, noi crediamo sia sconosciuto, o diverso da noi anche solo per un particolare, o antipatico o più sfortunato di noi e così daremo un sacco di materiale ai nostri sogni, sottraendolo ai nostri incubi spesso alimentati da tastiere e schermi. Proviamoci, prendiamo gli altri alla sprovvista, secondo me funziona.

Nel frattempo mi direte che di certo i ricercatori finanziati nel campo si staranno adoperando per far sognare anche le intelligenze artificiali.

Ma a quel punto, niente paura, se proprio non saremo riusciti a tornare umani abbracciandoci, sarà Al che ci spiegherà per esempio che quando vedi gente che muore o scappa sotto le bombe non si tratta di assassini ma di assassinati… perché noi, diciamocelo, non siamo più in grado di capirlo.

Ecco, ho dato alcuni spunti su cosa pensare davanti all’albero di Natale o davanti al presepe quest’anno, oltre a chiedere a Gesù Bambino salute e denaro per arrivare a fine mese, o magari anche solo a metà mese, argomenti sempre più materia per sogni, nonostante ci dicano che “tutto va benissimo”.

Infatti lo vediamo.

Bene, Buon Natale a tutti, belli e brutti.

(Questo articolo è stato scritto da Al)

Bugia! Ci avete creduto, vero? Tanto ormai chi ci capisce su cosa sia vero o cosa sia falso?

Buon Natale davvero e pensiamo, fino a che ci è dato.

 

Medico, Vicepresidente CuF

Bibliografia: Limes, rivista italiana di geopolitica, numero di Novembre 2023 “Le intelligenze dell’intelligence”

PRESENTANDOCI

Cercasi un fine è “insieme” un periodico e un sito web dal 2005; un’associazione di promozione sociale, fondata nel 2008 (con attività che risalgono a partire dal 2002), iscritta al RUNTS e dotata di personalità giuridica. E’ anche una rete di scuole di formazione politica e un gruppo di accoglienza e formazione linguistica per cittadini stranieri, gruppo I CARE. A Cercasi un fine vi partecipano credenti cristiani e donne e uomini di diverse culture e religioni, accomunati dall’impegno per una società più giusta, pacifica e bella.


Una proposta!

Se sei una ragazza o un ragazzo tra i 18 e i 28 anni, scegli il Servizio Civile presso Cercasi un fine APS (Cassano delle Murge, Bari). Fai UNA SCELTA DI CITTADINANZA ATTIVA E DI IMPEGNO CIVILE!

 

È stato pubblicato sul sito del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale il Bando per la selezione di 52.236 operatori volontari, giovani tra i 18 e 28 anni che vogliono diventare volontari per il servizio civile.

Il 22 febbraio 2024 è il termine di presentazione delle domande di servizio civile universale 

Vedi il bando di selezione per operatori volontari dello scorso 22 dicembre(https://www.politichegiovanili.gov.it/comunicazione/news/2023/12/bando-ordinario-2023/)

 

Fino al 22 febbraio 2024 è possibile presentare domanda di partecipazione ad uno dei 2.183 progetti che si realizzeranno tra il 2024 e il 2025 su tutto il territorio nazionale e all’estero. Gli aspiranti operatori volontari dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it/ Le domande trasmesse con modalità diverse non saranno prese in considerazione. E’ possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto ed un’unica sede.

 

Per maggiori informazioni visita il sito politichegiovanili.gov.it (sezione “Per gli operatori volontari”) e il sito dedicato www.scelgoilserviziocivile.gov.it – Leggi il bando completo: https://www.scelgoilserviziocivile.gov.it/leggi-il-bando/il-testo/

 

Il progetto di Cercasi un fine APS, in collaborazione con il CIPSI, è 

Dove? Cassano delle Murge – Bari (Puglia).

Operatori/trici Volontari/e richiesti: n. 5.

 

SORRIDENDO

Ultimi Articoli

Contribuendo

Con il 5×1000 realizziamo:
scuole di formazione sociale e politica, un sito web e un periodico di cultura e politica, insegnamento dell’italiano per cittadini stranieri, incontri, dibattiti…
Basta la tua firma e il numero dell’associazione 91085390721 nel primo riquadro sul volontariato.

———
Bonifico Bancario
Cercasi un Fine APS
IBAN IT26C0846941440000000019932
BCC Credito Cooperatvo
oppure CCP 000091139550 intestato ad Associazione Cercasi un fine