• Il tempo come fiume che mi trascina, di Rocco D’Ambrosio

    Ha scritto Jorge Luis Borges: Il tempo è un fiume che mi trascina,ma sono io quel fiume;è una tigre che mi divora,ma sono io quella tigre;è un fuoco che mi consuma,ma sono io quel fuoco.Il mondo, disgraziatamente, è reale;io, disgraziatamente, sono Borges. Stringenti le parole di Borges. Esse sono, in maniera efficace, un buon antitodo alla retorica dei messaggi di fine e inizio anno dove gli auguri si perdono rapidamente…

    Leggi di più
  • Natale: del tenero tra contrasti, di Rocco D’Ambrosio

    Uno dei Vangeli odierni: In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando Quirinio era governatore della Siria. Tutti andavano a farsi censire, ciascuno nella propria città.Anche Giuseppe, dalla Galilea, dalla città di Nàzaret, salì in Giudea alla città di Davide chiamata Betlemme: egli apparteneva infatti alla casa e alla famiglia di Davide. Doveva farsi…

    Leggi di più
  • Un uomo giusto, di Rocco D’Ambrosio

    Il Vangelo odierno: Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. Però, mentre stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non…

    Leggi di più
  • In attesa di cambiamenti, di Rocco D’Ambrosio

    Il Vangelo odierno: In quel tempo, Giovanni, che era in carcere, avendo sentito parlare delle opere del Cristo, per mezzo dei suoi discepoli mandò a dirgli: «Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?». Gesù rispose loro: «Andate e riferite a Giovanni ciò che udite e vedete: I ciechi riacquistano la vista, gli zoppi camminano, i lebbrosi sono purificati, i sordi odono, i morti risuscitano, ai poveri…

    Leggi di più
  • La bellezza difficile a trovarsi, di Rocco D’Ambrosio

    Il Vangelo odierno: In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallègrati, piena di grazia: il Signore è con te».A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le…

    Leggi di più