Tu sei qui: Home / Nelle scuole / In-Formando / Scuola di Etica Pubblica: primo incontro il 1° dicembre 2012

Scuola di Etica Pubblica: primo incontro il 1° dicembre 2012

creato da webmaster ultima modifica 01/12/2012 08:05
Scuola Ordine dei Medici - Comunicato stampa - 30 novembre 2012

Scuola di Etica Pubblica: primo incontro il 1° dicembre 2012

Il Consiglio Direttivo dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Bari ha istituito la Scuola di Etica Pubblica in collaborazione con l’Associazione “Cercasi un fine”.

Il Corso è articolato su due anni, con sette incontri mensili per ciascun anno.

Il primo incontro si terrà sabato 1 dicembre 2012 dalle ore 09.00 alle ore 13.00 presso l’Hotel Parco dei Principi di Bari-Palese. Interverrà sul tema “Perché ho scelto questo lavoro?

Le motivazioni della professione” il prof. Rocco D’Ambrosio, docente di Filosofia Politica presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma. La Scuola mira a fornire ai medici gli strumenti per riscoprire il senso etico della professione medica in un settore professionale caratterizzato da ampi risvolti di natura pubblica.

Si tratta di coniugare le conoscenze scientifiche che caratterizzano la professione medica con l’esercizio professionale, attraverso un sistema di regole che devono essere applicate nei rapporti tra professionista e paziente e tra professionista e società.

Regole che i medici hanno già consacrato nel proprio Codice Deontologico e che devono osservare nell’attività quotidiana. Per essere bravi medici, insomma, si deve essere prima bravi cittadini.

Solo così si può recuperare l’autorevolezza di cui i medici da sempre hanno goduto e che sembra essersi in parte offuscata.

I prossimi incontri si terranno, nella stessa sede, come segue:

12 Gennaio 2013 Competenza ed eticità: merci rare? La professionalità oggi Corrado Petrocelli

2 Febbraio 2013 I care - Il prendersi cura dei pazienti Maria Caputo

2 Marzo 2013 Tra leggi, delibere ed emergenze La legalità nella professione Michele Parisi

6 Aprile 2013 Interessi in conflitto: chi vince? Scelte etiche e dilemmi Tommaso Fiore

4 Maggio 2013 Quanta legge, quante leggi nella professioni La professione e le politiche sanitarie Francesca Avolio

25 Maggio 2013 C’era una volta il medico, il farmacista, l’infermiere e… Il proprio ruolo nella comunità Antonio Panti

Bari, 30 novembre 2012


Allegati:
Scuola di Etica Pubblica
Programma

Fonte: www.omceo.bari.it, 30 novembre 2012

Azioni sul documento
  • Stampa
I nostri amici stranieri

Cercasi un fine organizza degli incontri settimanali di dialogo tra culture e insegnamento della lingua italiana per stranieri.

Maggiori info >>>

centro di ascolto.jpg

Associandoci

logo-barchetta.jpg
Cercasi un fine
è insieme un periodico, un’associazione onlus, di promozione sociale, iscritta all’albo regionale della Puglia, fondata nel 2008, con attività che risalgono a partire dal 2002 e una rete di scuole di formazione politica. Vi partecipano credenti cristiani e donne e uomini di diverse culture e religioni, accomunati dall’impegno per una società più giusta, pacifica e bella.

Una presentazione sintetica delle nostre attività la trovi nel video qui 

altre info su

presentandoci
cercasi una casa
sostenendoci

con carta di credito o PayPal

Leggendo il giornale

Cercasi un fine 118.jpg

E' in distribuzione Cercasi un fine n. 118
(2020- Anno XVI)

quadratino rosso Tema: Economia civile

Scrivendo per il giornale

Se volete scrivere per il giornale:
direttore@cercasiunfine.it


 

 listing Il n. 118 è sull'ECONOMIA CIVILE. Il cartaceo è stato spedito; il PDF lo si trova qui si sopra nella home page.

 listing Il n. 119 è sul DIALOGO INTERRELIGIOSO  è in preparazione.

 listing Il n. 120 è sui DOVERI (si parla spesso di diritti: e i doveri? Cosa intendiamo per doveri? Esistono gruppi, culture e religioni che danno seria testimonianza sui doveri? Come educare ai doveri?)  testi da inviare entro il 30 aprile 2020.

Per il n. 120 lanciamo un’iniziativa per coinvolgere tutti i nostri lettori: Tweet on duty - Un tweet sul dovere

Ti chiediamo di rispondere a una sola di queste domande (indicando nome, cognome, lavoro, città) in maniera sintetica, praticamente non più dei 140 caratteri che si usano in un tweet, da inviare a associazione@cercasiunfine.it o sms o whatsapp al cell. 337 1031728
Ecco le domande, scegline solo una e rispondi!
1. Cosa ti spinge a fare il tuo dovere?
2. Cosa provi nel fare il tuo dovere?
3. Cosa ti aspetti quando fai il tuo dovere?
4. Quali difficoltà incontri quando fai il tuo dovere? 
Testi da inviare entro il 30 aprile 2020.


Se avete qualcosa da proporci su qualcuno di questi temi siamo ben lieti di accoglierlo. Accettiamo anche contributi in altre lingue.