Tu sei qui: Home / Meditando / In articoli e commenti, scelti da noi / The search for Europe, di David Campanale

The search for Europe, di David Campanale

creato da D. — ultima modifica 17/09/2015 13:14
La versione originale in lingua inglese dell'articolo apparso in italiano a pag. 6 del numero 89 del nostro giornale, dedicato all'Europa. L'autore, David Campanale, è un giornalista della BBC, presidente e fondatore del Christian Peoples Alliance, www.cpaparty.org.uk.

It appears to be a contradiction. The peoples of Ukraine and Serbia have shown by their anger on the streets and action in the ballot box that they look towards the European Union for a future of prosperity and hope of peaceful co-interdependence. Yet inside the EU, deep questions are being asked about the direction ‘Europe’ is travelling.

 

So what kind of Europe is being searched for? And is the destination simply a trading area defined just by economic issues, with Europe and the Euro-zone becoming the same thing?

 

In 1994, the great writer Vaclav Havel went to Strasbourg as President of a country seeking to join the EU. In a speech to the European Parliament he did not simply address why the Czech Republic wished to join the community. He also sought to define what it was that would make such a union worth joining. Twenty years on, his appeal for the idea of a single European home, with an “inner order” speaks today.

 

Havel’s analysis and criticism of the technocratic way in which the European Union was developing tell us what really matters to others in “lost Europe”.

 

"Into my admiration which initially verged on enthusiasm", he told the Parliament, "there began to intrude a disturbing, less exuberant feeling. I felt like I was looking into the inner workings of an absolutely perfect and immensely ingenious modern machine. To study such a machine must be a great joy to an admirer of technical innovations, but for me, a human whose interest in the world is not satisfied by admiration for well-oiled machines, something was seriously missing. Perhaps it could be called, in a rather simplified way, a spiritual or moral or emotional dimension. My reason had been spoken to, but not my heart".

 

Vaclav Havel had lived through the nightmare of the vast, bureaucratic Soviet system that had no roots in the realities of the human condition. He did not want the Czechs to join another neat system, void of respect for the person. So he made an appeal for values which he said lie in the "roots of antiquity and in Christianity which have over 2.000 years evolved into what we recognise today as the foundations of modern democracy, the rule of law, and civil society. This set of values has its own clear moral foundation and its obvious metaphysical roots, regardless of whether modern man admits it or not. "

 

In the two decades since Havel spoke to the European Parliament have these roots become clearer to see? Various Christian responses have been at work to offer that vision. In discussions about the idea of a European Constitution – which became the Lisbon Treaty – seven Roman Catholic countries argued that reference to Europe’s Christian heritage should be included in the Preamble. This was vetoed. But their prophetic stance remains relevant.

This rejection of Christianity has been followed by the EU moving further down a secularist path. But the issue of the spiritual void at the heart of the European 'project' is something which the leaders of Europe have to return.

In 2002, Christian think-tanks, research bodies and political associations came together to form the European Christian Political Movement (see www.ecpm.info). They have been working to produce a coherent vision of values and policies for the EU. It is now registered as a Europe-wide political party, running candidates in a range of countries on a shared manifesto of Christian renewal in forthcoming EU elections.

 

Attempts by Europe's politicians to shut out the very heart values which inspire and explain our civilisation keep at arms length the best means of restoring trust in the European Union. The continent's citizens remain to be convinced that what is on offer is not some bureaucratic monster that seeks to limit their autonomy and ignore their human identity.

 

Setting out once again systems, processes and regulations will not help them regain their faith in the EU. Instead, a restoration of emphasis on what makes up the spiritual heart of Europe will broaden their hope that a new form of community is emerging. When this happens, then the EU need not fear for its future.

 

Founding Chairman, Christian Peoples Alliance, www.cpaparty.org.uk

 

 

David Campanale [giornalista BBC, presidente e fondatore del Christian Peoples Alliance, www.cpaparty.org.uk, London, UK]
Azioni sul documento
  • Stampa
archiviato sotto:
Associandoci

logo-barchetta.jpg

Cercasi un fine è insieme un periodico, un’associazione onlus, di promozione sociale, iscritta all’albo regionale della Puglia, fondata nel 2008, con attività che risalgono a partire dal 2002, una rete di scuole di formazione politica, un gruppo di amici stranieri e volontari per l'insegnamento della lingua italiana. Vi partecipano credenti cristiani e donne e uomini di diverse culture e religioni, accomunati dall’impegno per una società più giusta, pacifica e bella.

Una presentazione sintetica delle nostre attività la trovi nel video qui 

altre info su

presentandoci
cercasi una casa
sostenendoci

Pubblicando, i testi di Cercasi un fine

Formare alla politica. L'esperienza di Cercasi un fine

Nasce la nuova collana I libri di Cercasi un fine in coedizione con Magma Edizioni. Il primo volume sul metodo educativo e la storia di Cercasi un fine...


Potere e partecipazione. Un'esperienza locale di amministrazione condivisa, di S. Di Liso, D. Lomazzo

Sesto libro della collana di Cercasi un fine


La salute nella e oltre la leggeLa salute nella e oltre la legge. Sfide odierne, di F. Anelli e G. Ferrara

 Quinto libro della collana di Cercasi un fine


Attrezzarsi per la città

Attrezzarsi per la città. Laboratori di formAZIONE socio-politica, di M. Natale

Questo libro, quarto della collana di Cercasi un fine, racconta un’idea, diventata poi una esperienza, basata sulla convinzione che si possa, anzi si debba, progettare...


 

Meditando in video
Un video per scoprire le nostre attività: scuole di politica, giornale e sito web, collana di libri, incontri e seminari, scuola di italiano per stranieri... benvenuti in Cercasi un fine!
Cercasi un fine. Presentandoci
2020
13th of January 2020, BBC interviews our Director Rocco D'Ambrosio on the case of the book of Ratzinger-Sarah
Il nostro direttore Rocco D'Ambrosio intervistato dalla BBC
2020
Di più…
Il 5 x mille per CuF


Sapete quanto è prezioso per noi la vostra firma del 5 x mille a nostro favore: con esso realizziamo scuole di formazione sociale e politica, un sito web e un periodico di cultura e politica, insegnamento dell’italiano per cittadini stranieri, incontri, dibattiti…

Basta la tua firma e il numero dell'associazione 91085390721 nel primo riquadro sul volontariato. 

I nostri amici stranieri

Cercasi un fine organizza degli incontri settimanali di dialogo tra culture e insegnamento della lingua italiana per stranieri.

Maggiori info >>>

centro di ascolto.jpg

Il Gruppo "Il Seggio" di Cercasi un fine a Minervino

 

 

Si chiama "Il seggio": è il gruppo territoriale di Cercasi un fine, nato a Minervino, a fine anno 2021.

Esso nasce dall'iniziativa dei soci fondatori e ordinari di Cuf, residenti a Minervino. Il gruppo (attraverso un apposito Regolamento) è un'emanazione territoriale della nostra Associazione, di cui condivide statuo, finalità, contenuti e strategie associative.

Auguriamo al gruppo di essere attivo e proficuo nella ricerca de nostro Fine come don Milani insegna: "Bisogna che il fine sia onesto. Grande. Il fine giusto è dedicarsi al prossimo. E in questo secolo come lei vuole amare se non con la politica o col sindacato o con la scuola? Siamo sovrani. Non è più il tempo delle elemosine, ma delle scelte".

 

indirizzo: Vico II Spineto, 2
(c/o Parrocchia S. Michele Arcangelo)
76013 Minervino Murge (BT)

per info:
mail: scuolasociopoliticaminervino@cercasiunfine.it
cell: 349 6534286

Contribuendo

Contribuendo.jpg

Bonifico Bancario
Cercasi un Fine ONLUS
IBAN IT26C0846941440000000019932
BCC Credito Cooperatvo

Leggendo il giornale

E' in distribuzione Cercasi un fine n. 126
(2021- Anno XVII)

quadratino rosso Tema: Il rispetto dell'identità sessuale

 

Scrivendo per il giornale

Se volete scrivere per il giornale:
direttore@cercasiunfine.it


  

 listing Il n. 126 è su "Il rispetto dell'identità sessuale"  (cosa intendiamo per identità sessuale? Come rispettarla nella vita quotidiana? Quali tutele politiche e giuridiche introdurre?) è in spedizione.

 listing Il n. 127 è dedicato alla vita quotidiana (in un mondo eccessivamente mediatico quale valore ha il quotidiano? I suoi piccoli e significativi gesti quale senso hanno? Conosciamo i vissuti quotidiani attorno a noi?). Testi da inviare entro il 15 maggio 2022.

 listing Il n. 128 è sulla "Riforma costituzionale in tema ambientale"  (qual è il significato dell'ultima riforma costituzionale in tema ambientale? Quali ricadute per noi e le generazioni future? E' un nuovo patto tra generazioni? Quali effetti sull'attività economica?). Testi da inviare entro il 15 maggio 2022.

 

Se avete qualcosa da proporci su qualcuno di questi temi siamo ben lieti di accoglierlo: testi non superiori a 4000 caratteri/spazi inclusi, da inviare ai nostri indirizzi mail. Accettiamo anche contributi in altre lingue e di bambini.