Tu sei qui: Home / Meditando / In articoli e commenti, scelti da noi / Scomparso Pietro Ingrao, mercoledì le esequie

Scomparso Pietro Ingrao, mercoledì le esequie

creato da webmaster ultima modifica 01/10/2015 10:35
I funerali di Stato saranno celebrati a piazza Montecitorio mercoledì mattina alle 11. Alle 15 è poi previsto un saluto in piazza Cavour nel suo paese natale, Lenola (Latina).

A 100 anni è morto Pietro Ingrao, leader storico della sinistra, voce critica del Pci, presidente della Camera durante gli anni di piombo. Ingrao era da tempo malato e aveva da diversi anni rinunciato ad apparire in pubblico. È morto domenica nella sua casa di Roma, in via Ugo Balzani, nel quartiere vicino piazza Bologna.

I funerali di Stato saranno celebrati a piazza Montecitorio mercoledì mattina alle 11. Alle 15 è poi previsto un saluto in piazza Cavour nel suo paese natale, Lenola (Latina). La sepoltura avverrà nel cimitero di Lenola.

La sua scomparsa ha suscitato una forte emozione nella sinistra italiana. Il premier Renzi, tra i primi a esprimere il suo cordoglio per la morte dell'anziano leader, ha ricordato il suo ruolo di protagonista nella storia della sinistra italiana: "A tutti noi - ha detto Renzi - mancherà la sua passione, la sua sobrietà, il suo sguardo, la sua inquietudine che ne ha fatto uno dei testimoni più scomodi e lucidi del Novecento, della sinistra, del nostro Paese".

Dal Quirinale il presidente della Repubblica ha parlato della passione politica di Ingrao sostenendo che essa "resterà un patrimonio del Paese", mentre "la sua libertà interiore è un esempio per le giovani
generazioni". Mattarella ha voluto mettere in risalto il ruolo di Ingrao nelle istituzioni repubblicane, in particolare la sua presidenza della Camera durante gli anni del terrorismo e del rapimento Moro. "Le istituzioni, segnate dai valori della Carta costituzionale - ha detto - hanno rappresentato per lui un limite entro cui svolgere una corretta competizione di idee ma al tempo stesso un orizzonte democratico, che andava invece sempre più allargato ai nuovi soggetti sociali e agli esclusi".

Laura Boldrini ha ricordato Ingrao come "un leader politico che ha speso tutta la sua vita per dare forza alla nostra democrazia". Piero Grasso ha citato una frase di Ingrao che bene lo raffigura: "Il dubbio è l'unica cosa che rivendico in pieno della mia vita".

Tra i tanti ricordi spicca quello di Giorgio Napolitano, che di Ingrao fu avversario politico nel Pci: se il "compagno Pietro" rappresentava l'ala sinistra, aperta ai movimenti e alle inquietudini dei giovani, il futuro capo dello Stato capeggiava invece la corrente di destra, comunista ma in viaggio verso la socialdemocrazia. Nonostante, o forse propria a causa di questa rivalità, è nato tra i due un rapporto profondo che Napolitano ha voluto richiamare nei termini di una "amicizia indistruttibile" formatasi nella "comune partecipazione alle prove più belle, e alle più drammatiche, vissute insieme per decenni".

Ma le manifestazioni di commozione per la morte del padre della sinistra critica sono state numerosissime. Il ministro della Giustizia Orlando ha twittato un "addio compagno Ingrao", Romano Prodi ne ha ricordato "l'abnegazione e il rigore", Nichi Vendola ha messo in rilevo il suo "amore per la libertà", la Cgil ha salutato "l'amico del movimento dei lavoratori" e anche Magistratura Democratica, la corrente dei magistrati di sinistra, lo ha ringraziato per il suo impegno. Da domani e fino a martedì, la camera ardente, allestita a Montecitorio per l'ultimo saluto al comunista eretico.

Fonte: Avvenire del 28.09.2015


Azioni sul documento
  • Stampa
archiviato sotto:
Prossimi eventi
La comunità che viene dal futuro: ricordando Franco Ferrara 30/11/2019 09:00 - 17:30 — Sala De Deo, Palazzo Comunale, via G. Rossini, Gioia del Colle (Ba)
Prossimi eventi…
Pubblicando, i testi di Cercasi un fine

Potere e partecipazione. Un'esperienza locale di amministrazione condivisa, di S. Di Liso, D. Lomazzo

Sesto libro della collana di Cercasi un fine

 


La salute nella e oltre la leggeLa salute nella e oltre la legge. Sfide odierne, di F. Anelli e G. Ferrara

 

Quinto libro della collana di Cercasi un fine


Attrezzarsi per la città

Attrezzarsi per la città. Laboratori di formAZIONE socio-politica, di M. Natale

Questo libro, quarto della collana di Cercasi un fine, racconta un’idea, diventata poi una esperienza, basata sulla convinzione che si possa, anzi si debba, progettare...


 

Meditando in video
Papa Francesco ha inviato domenica 23 aprile 2017 un video messaggio dedicato a don Lorenzo Milani, il priore di Barbiana, alla manifestazione “Tempo di Libri”, a Milano, dove nel pomeriggio è stata presentata l’edizione completa di “Tutte le Opere” del sacerdote, con alcuni inediti, curata dallo storico Alberto Melloni per la collana dei Meridiani Mondadori...
Videomessaggio del Santo Padre per Don Milani
Politica in weekend - 2 e 3 luglio 2016
Guida alla riforma costituzionale
Di più…
I nostri amici stranieri

Cercasi un fine organizza degli incontri settimanali di dialogo tra culture e insegnamento della lingua italiana per stranieri.

Maggiori info >>>

centro di ascolto.jpg

Associandoci

logo-barchetta.jpg
Cercasi un fine
è insieme un periodico, un’associazione onlus, di promozione sociale, iscritta all’albo regionale della Puglia, fondata nel 2008, con attività che risalgono a partire dal 2002 e una rete di scuole di formazione politica. Vi partecipano credenti cristiani e donne e uomini di diverse culture e religioni, accomunati dall’impegno per una società più giusta, pacifica e bella.

Una presentazione sintetica delle nostre attività la trovi nel video qui 

altre info su

presentandoci
cercasi una casa
sostenendoci

con carta di credito o PayPal

Leggendo il giornale

Cercasiunfine_115_Pagina_01.jpg

E' in distribuzione Cercasi un fine n. 115
(2019 - Anno XIV)

quadratino rosso Tema: Ambiente

Scrivendo per il giornale

Se volete scrivere per il giornale:
direttore@cercasiunfine.it


  Il 116 è sulla COPPIA (cosa vuol dire oggi essere "coppia"? Quali i ruoli nella coppia? Cos è la fedeltà nella coppia?) in preparazione.

 listing Il 117 è sul RAZZISMO (Dove nasce il razzismo? Cosa ci fa diventare razzisti? C'è il razzismo nella Chiesa?),  testi da inviare entro il 15 ottobre 2019.

 listing Il 118 è sull'ECONOMIA CIVILE (Cosa è l'economia civile? I Pro e i Contro di questo modello? Dove è applicato e come?)  testi da inviare entro il 15 novembre 2019.

 listing Il 119 è sul DIALOGO INTERRELIGIOSO  (Quanto abbiamo paura delle altre religioni? Le religioni dialogano tra di loro? Qual'è la finalità del dialogo? Cos'è il fondamentalismo religioso?)  testi da inviare entro il 31 gennaio 2020.

 listing Il 120 è sui DOVERI (si parla spesso di diritti: e i doveri? Cosa intendiamo per doveri? Esistono gruppi, culture e religioni che danno seria testimonianza sui doveri? Come educare ai doveri?)  testi da inviare entro il 15 marzo 2020.


Se avete qualcosa da proporci su qualcuno di questi temi siamo ben lieti di accoglierlo. Accettiamo anche contributi in altre lingue.