Home
Romano Prodi: «La corsa della finanza è irragionevole e irrazionale», di Andrea Barolini