Tu sei qui: Home / Meditando / In articoli e commenti, scelti da noi / Progetto Anticipazioni Sociali: un esempio virtuoso

Progetto Anticipazioni Sociali: un esempio virtuoso

creato da D. — ultima modifica 24/09/2015 13:18
La Fondazione Welfare Ambrosiano ha promosso e garantito un progetto che coinvolge sindacati, banche e aziende, in una logica sussidiaria, per sostenere temporaneamente il reddito dei lavoratori in cassa integrazione, nella provincia di Milano. Un esempio virtuoso che andrebbe studiato ed opportunamente replicato e promosso su larga scala...

Il progetto Anticipazioni Ammortizzatori Sociali: perché?

La situazione in cui si trovano lavoratori e imprese milanesi per effetto della persistente crisi economica, aggravata dalla totale assenza di azioni efficaci finalizzate allo sviluppo e alla crescita, necessita di strumenti integrativi volti alla tutela del lavoro e del reddito, incisivi nella loro funzione di salvaguardia del livello di vita delle famiglie.

Nella congiuntura che colpisce il lavoro dipendente dei settori manifatturieri, più esposti alla concorrenza e all’attuale stato di crisi dell’economia mondiale, l’intesa raggiunta può intervenire nell’anticipare l’iter amministrativo-burocratico della Cassa Integrazione, spesso lungo e complicato, a favore dei lavoratori e lavoratrici che potrebbero trovarsi in tali frangenti in grave difficoltà. È un intervento tampone, ma importante per garantire un po’ di tranquillità a chi vede già la sua azienda in gravi difficoltà e ha di conseguenza una legittima preoccupazione per il futuro.

Si realizza così, in una logica sussidiaria, un ruolo attivo delle parti sociali per il sostegno temporaneo del reddito dei lavoratori che, non a caso, è anche la fondamentale “mission” della Fondazione Welfare Ambrosiano.

In cosa consiste il progetto

Basato sulla finalità di dare ai lavoratori in cassa integrazione la possibilità di chiedere su base volontaria l’anticipo della relativa integrazione salariale qualora non ancora percepita dall’Istituto di Previdenza.

La specificità consiste nel velocizzare i tempi, semplificare la certificazione e allargare le anticipazioni sociali che oggi normalmente riguardano solo la CIGS a zero ore.

Chi può chiedere l’anticipazione

La facoltà è riservata a tutti i lavoratori occupati presso unità produttive ubicate nella Provincia di Milano e che siano in attesa da oltre 2 mesi della indennità di Cassa Integrazione Straordinaria, Cassa Integrazione in deroga e/o Contratti di Solidarietà (non solo per le persone a zero ore). L’unica esclusione riguarda i titolari di CIG ordinaria.

Le anticipazioni, per un massimo di 7 mensilità e non oltre i 6.000 euro, saranno erogate dagli Istituti di Credito aderenti al progetto.

Sarà possibile accedere agli sportelli seguendo le indicazioni reperibili sul sito della Fondazione (www.fwamilano.org) e nella documentazione diffusa negli ambiti lavorativi da CGIL CISL UIL ed eventualmente dalle Associazioni datoriali.

I potenziali richiedenti

In base all’andamento della cassa integrazione degli ultimi mesi, alla perdurante crisi economica e occupazionale, alla difficoltà di celeri assegnazioni delle risorse, in particolare per la cassa in deroga e ai naturali ritardi nei pagamenti da parte degli enti preposti, si stima che la possibile platea di lavoratori interessati possa essere tra le 4.000 e 5.000 unità (all’anno).

Come funziona il progetto e i soggetti aderenti

La funzione di FWA è di fornire la propria garanzia alle banche, materialmente erogatrici del credito, al fine di restringere i tempi di attesa per l’ottenimento delle indennità spettanti ai lavoratori, i quali s’impegnano formalmente a restituire l’anticipo ricevuto, nel momento in cui gli istituti preposti provvedono al pagamento delle relative indennità.

La FWA si fa carico dell’istruttoria della pratica e del rapporto con il sistema bancario convenzionato, nonché procederà all’implementazione di un portale dedicato per la raccolta e il controllo dei dati dei lavoratori e delle imprese che hanno sottoscritto accordi.

Le Organizzazioni Sindacali territoriali milanesi mettono a disposizione i punti di raccolta delle domande, presso le proprie sedi.

Tramite un accordo operativo tra Fondazione Welfare Ambrosiano e CGIL CISL UIL di Milano, i lavoratori interessati potranno rivolgersi, per presentare la richiesta, agli sportelli dedicati predisposti dalle Organizzazioni Sindacali Milanesi e uno presso la sede FWA, a Villa Scheibler a Quarto Oggiaro.

Le aziende, anch’esse in forza di intese siglate tra le loro associazioni, i sindacati milanesi e con FWA, daranno la massima disponibilità nella predisposizione della documentazione necessaria.

Il progetto, per eliminare possibili e ulteriori ritardi in termini di certificazione ed esigibilità del credito, prevede che le anticipazioni siano sostenute da GARANZIE del 100% emesse dalla Fondazione tramite un FONDO costituito ad hoc con iniziali DUE MILIONI DI EURO. L’entità del fondo potrà da subito consentire al sistema bancario di concedere fino a DIECI MILIONI DI CREDITO.

Gli eventuali oneri saranno a carico della Fondazione, con la partecipazione di un contributo della Fondazione Lombarda Antiusura, risultando quindi l’intervento a costo zero per i lavoratori richiedenti.

Le anticipazioni saranno concesse dagli Istituti di Credito aderenti al progetto, anche in forza di apposita convezione siglata tra FWA e ABI Lombardia.

Le banche aderenti al momento sono:

  • • Banca Prossima (gestore del fondo di garanzia)
  • • Intesa Sanpaolo
  • • Banca Popolare di Milano
  • • Banca Popolare di Vicenza
  • • Banca Credito Coop. Cernusco sul Naviglio
  • • Credito Valtellinese
  • • Monte dei Paschi di Siena
  • • Banca Popolare Commercio e Industria (Gruppo UBI)
  • • Banca Popolare di Bergamo (Gruppo UBI)
  • • Banco di Brescia (Gruppo UBI)
  • • Unicredit

 

Sportello sede FWA progetto Anticipazioni Sociali

lunedì mattina dalle ore 9,30 alle 13,00

Tel. 02/87198050 fax 02/39003743

Mail anticig@fwamilano.org

Fondazione Welfare Ambrosiano, Via Felice Orsini, 21 - 20157 Milano

Presso Villa Scheibler

 

Per contatti e informazioni sul progetto

Licia Roselli - Referente FWA progetto Anticipazioni Ammortizzatori Sociali -

Azioni sul documento
  • Stampa
archiviato sotto:
Prossimi eventi
La comunità che viene dal futuro: ricordando Franco Ferrara 30/11/2019 09:00 - 17:30 — Sala De Deo, Palazzo Comunale, via G. Rossini, Gioia del Colle (Ba)
Prossimi eventi…
Pubblicando, i testi di Cercasi un fine

Potere e partecipazione. Un'esperienza locale di amministrazione condivisa, di S. Di Liso, D. Lomazzo

Sesto libro della collana di Cercasi un fine

 


La salute nella e oltre la leggeLa salute nella e oltre la legge. Sfide odierne, di F. Anelli e G. Ferrara

 

Quinto libro della collana di Cercasi un fine


Attrezzarsi per la città

Attrezzarsi per la città. Laboratori di formAZIONE socio-politica, di M. Natale

Questo libro, quarto della collana di Cercasi un fine, racconta un’idea, diventata poi una esperienza, basata sulla convinzione che si possa, anzi si debba, progettare...


 

Meditando in video
Papa Francesco ha inviato domenica 23 aprile 2017 un video messaggio dedicato a don Lorenzo Milani, il priore di Barbiana, alla manifestazione “Tempo di Libri”, a Milano, dove nel pomeriggio è stata presentata l’edizione completa di “Tutte le Opere” del sacerdote, con alcuni inediti, curata dallo storico Alberto Melloni per la collana dei Meridiani Mondadori...
Videomessaggio del Santo Padre per Don Milani
Politica in weekend - 2 e 3 luglio 2016
Guida alla riforma costituzionale
Di più…
I nostri amici stranieri

Cercasi un fine organizza degli incontri settimanali di dialogo tra culture e insegnamento della lingua italiana per stranieri.

Maggiori info >>>

centro di ascolto.jpg

Associandoci

logo-barchetta.jpg
Cercasi un fine
è insieme un periodico, un’associazione onlus, di promozione sociale, iscritta all’albo regionale della Puglia, fondata nel 2008, con attività che risalgono a partire dal 2002 e una rete di scuole di formazione politica. Vi partecipano credenti cristiani e donne e uomini di diverse culture e religioni, accomunati dall’impegno per una società più giusta, pacifica e bella.

Una presentazione sintetica delle nostre attività la trovi nel video qui 

altre info su

presentandoci
cercasi una casa
sostenendoci

con carta di credito o PayPal

Leggendo il giornale

Cercasiunfine_115_Pagina_01.jpg

E' in distribuzione Cercasi un fine n. 115
(2019 - Anno XIV)

quadratino rosso Tema: Ambiente

Scrivendo per il giornale

Se volete scrivere per il giornale:
direttore@cercasiunfine.it


  Il 116 è sulla COPPIA (cosa vuol dire oggi essere "coppia"? Quali i ruoli nella coppia? Cos è la fedeltà nella coppia?) in preparazione.

 listing Il 117 è sul RAZZISMO (Dove nasce il razzismo? Cosa ci fa diventare razzisti? C'è il razzismo nella Chiesa?),  testi da inviare entro il 15 ottobre 2019.

 listing Il 118 è sull'ECONOMIA CIVILE (Cosa è l'economia civile? I Pro e i Contro di questo modello? Dove è applicato e come?)  testi da inviare entro il 15 novembre 2019.

 listing Il 119 è sul DIALOGO INTERRELIGIOSO  (Quanto abbiamo paura delle altre religioni? Le religioni dialogano tra di loro? Qual'è la finalità del dialogo? Cos'è il fondamentalismo religioso?)  testi da inviare entro il 31 gennaio 2020.

 listing Il 120 è sui DOVERI (si parla spesso di diritti: e i doveri? Cosa intendiamo per doveri? Esistono gruppi, culture e religioni che danno seria testimonianza sui doveri? Come educare ai doveri?)  testi da inviare entro il 15 marzo 2020.


Se avete qualcosa da proporci su qualcuno di questi temi siamo ben lieti di accoglierlo. Accettiamo anche contributi in altre lingue.