Tu sei qui: Home / Meditando / In articoli e commenti, scelti da noi / Minsky moment, ovvero i rischi e le opportunità tra energia e clima, di Daniele Manca

Minsky moment, ovvero i rischi e le opportunità tra energia e clima, di Daniele Manca

creato da Paolo Iacovelli ultima modifica 01/11/2021 10:04
Parlare oggi di costi della transizione dimostra come non si sia capito che i costi sono e, purtroppo, saranno sempre maggiori se non si considerano i rischi della non transizione…

Nei giorni in cui i rappresentanti dei maggiori Paesi al mondo si incontreranno a Glasgow per discutere su come fare fronte nel miglior modo possibile al cambiamento climatico prodotto dall’azione dell’uomo, è necessario prima di tutto decidere quale debba essere l’approccio da parte di governi, imprese e cittadini. Si rincorrono le voci di un possibile «Minsky moment», termine coniato dall’economista americano Paul McCulley in memoria di Hyman Minsky. 

È quel momento nel quale una combinazione di fattori fa sì che i mercati chiudano un periodo di crescita e crollino. Il clima che c’entra? Il susseguirsi di eventi climatici avversi potrebbe iniziare ad abbattere la fiducia che sui mercati sembra regnare e con essa il valore dei titoli. Non è un caso che lo scorso settembre la Bri, la Banca Internazionale dei Regolamenti, abbia lanciato l’allarme sia sul mercato dei prodotti finanziari sostenibili, sia sul rischio dei titoli emessi da Stati che sono esposti a cambiamenti climatici evidenti.

Certo, stiamo superando una crisi importante come quella del Covid. Ma la differenza è che per il clima fa fatica ad affermarsi l’urgenza degli interventi da adottare. E manca la consapevolezza sui rischi reali. A malapena le imprese iniziano oggi a fare i loro bilanci di sostenibilità. Neanche tutte e non sono estesi alle filiere. Bilanci che probabilmente dovrebbero essere resi più cogenti (obbligatori?). 

Parlare oggi di costi della transizione dimostra come non si sia capito che i costi sono e, purtroppo, saranno sempre maggiori se non si considerano i rischi della non transizione. Tutto questo impedisce di cogliere l’opportunità della stessa transizione. 

Nel 2020, nonostante la pandemia, il tasso di crescita delle fonti rinnovabili è stato del 45% secondo un recente rapporto della International Energy Agency. 

Per la prima volta la Cina è pesata per il 50% in questa crescita. Ma nel 2021 il ritmo, a causa della fine dei sussidi per fonti eoliche e solari, diminuirà. Una preoccupazione per l’ambiente, un’opportunità per chi sarà più avanti nella produzione a sempre minore impatto di CO2.

 

https://www.corriere.it/economia/opinioni/21_novembre_01/minsky-moment-ovvero-rischi-opportunita-energia-clima-884dba6e-3ae7-11ec-b785-0d6e92ed304d.shtml

Azioni sul documento
  • Stampa
archiviato sotto: , ,
La Vignetta, di Martina Losito

"Il bene più prezioso"

Vignetta di Martina Losito 

*Martina Losito, studentessa di ingegneria energetica presso il Politecnico di Milano.

Pubblicando, i testi di Cercasi un fine

Formare alla politica. L'esperienza di Cercasi un fine

Nasce la nuova collana I libri di Cercasi un fine in coedizione con Magma Edizioni. Il primo volume sul metodo educativo e la storia di Cercasi un fine...


Potere e partecipazione. Un'esperienza locale di amministrazione condivisa, di S. Di Liso, D. Lomazzo

Sesto libro della collana di Cercasi un fine


La salute nella e oltre la leggeLa salute nella e oltre la legge. Sfide odierne, di F. Anelli e G. Ferrara

 Quinto libro della collana di Cercasi un fine


Attrezzarsi per la città

Attrezzarsi per la città. Laboratori di formAZIONE socio-politica, di M. Natale

Questo libro, quarto della collana di Cercasi un fine, racconta un’idea, diventata poi una esperienza, basata sulla convinzione che si possa, anzi si debba, progettare...


 

Meditando in video
Un video per scoprire le nostre attività: scuole di politica, giornale e sito web, collana di libri, incontri e seminari, scuola di italiano per stranieri... benvenuti in Cercasi un fine!
Cercasi un fine. Presentandoci
2020
13th of January 2020, BBC interviews our Director Rocco D'Ambrosio on the case of the book of Ratzinger-Sarah
Il nostro direttore Rocco D'Ambrosio intervistato dalla BBC
2020
Di più…
I nostri amici stranieri

Cercasi un fine organizza degli incontri settimanali di dialogo tra culture e insegnamento della lingua italiana per stranieri.

Maggiori info >>>

centro di ascolto.jpg

Associandoci

logo-barchetta.jpg
Cercasi un fine
è insieme un periodico, un’associazione onlus, di promozione sociale, iscritta all’albo regionale della Puglia, fondata nel 2008, con attività che risalgono a partire dal 2002, una rete di scuole di formazione politica, un gruppo di amici stranieri e volontari per l'insegnamento della lingua italiana. Vi partecipano credenti cristiani e donne e uomini di diverse culture e religioni, accomunati dall’impegno per una società più giusta, pacifica e bella.

Una presentazione sintetica delle nostre attività la trovi nel video qui 

altre info su

presentandoci
cercasi una casa
sostenendoci

con carta di credito o PayPal

Leggendo il giornale

E' in distribuzione Cercasi un fine n. 124
(2021- Anno XVII)

quadratino rosso Tema: Pianeta che vogliamo

Scrivendo per il giornale

Se volete scrivere per il giornale:
direttore@cercasiunfine.it


  

 listing Il n. 125 è sulla Repubblica "post Covid e tante risorse"  è in preparazione. 

 listing Il n. 126 è su "Il rispetto dell'identità sessuale"  (cosa intendiamo per identità sessuale? Come rispettarla nella vita quotidiana? Quali tutele politiche e giuridiche introdurre?). Tc

 listing Il n. 127 è dedicato alla vita quotidiana (in un mondo eccessivamente mediatico quale valore ha il quotidiano? I suoi piccoli e significativi gesti quale senso hanno? Conosciamo i vissuti quotidiani attorno a noi?). Testi da inviare entro il 28 febbraio 2022.

Se avete qualcosa da proporci su qualcuno di questi temi siamo ben lieti di accoglierlo: testi non superiori a 4000 caratteri/spazi inclusi, da inviare ai nostri indirizzi mail. Accettiamo anche contributi in altre lingue e di bambini.