Tu sei qui: Home / Meditando / In articoli e commenti, scelti da noi / Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2017: tre iniziative a Cassano

Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2017: tre iniziative a Cassano

creato da webmaster ultima modifica 20/01/2017 15:28
In occasione della “Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2017", organizzata dalla Fondazione Migrantes, Organismo Pastorale della CEI, sono tre le iniziative in programma a Cassano
Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2017: tre iniziative a Cassano

Legambiente © Legambiente

di LA REDAZIONE di Cassano live


 

 

 

 

..Clandestino, extracomunitario, migrante, profugo, richiedente asilo, rifugiato, sfollato.. In questi anni abbiamo assistito al fiorire di tanti termini diversi, più o meno politically correct. Tanti termini per indicare un solo fenomeno: milioni di persone che dolorosamente decidono di lasciare il proprio paese per cercare dignità e speranza di vita altrove..in fuga, non solo dalla guerra...

Legambiente

 

In occasione  della “Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2017", organizzata dalla Fondazione Migrantes, Organismo Pastorale della CEI, sono tre le iniziative in programma a Cassano  per considerare un fenomeno inarrestabile, che tuttavia, fa parte della storia dell'umanità.

Sono le crisi umanitarie in atto in tutto il Mondo, spesso dimenticate  dai media e anche da Noi, a generare e amplificare i flussi migratori, le cui cause non sono dovute solo alle guerre ma a molteplici problematiche, tra cui la fame, la povertà, le discriminazioni razziali, regimi dittatoriali, le violenze urbane e di strada, le catastrofi ambientali e climatiche...

Questi movimenti migratori  toccano l'Europa, l'Italia e in particolar modo il Sud, la nostra Regione, il nostro paese, e  impongono alle Istituzioni Tutte, delle strategie che vadano oltre l'Emergenza "momentanea" (secondo l'Organizzazione internazionale per le migrazioni il fenomeno non si arresterà prima del 2050) e, a Noi Cittadini e Associazioni, una migliore comprensione al fine di dare vita a necessari percorsi di impegno e solidarietà condivisi (c'è bisogno di  fare rete).

Il tema di questa 103esima edizione riguarda i “Migranti minorenni, vulnerabili e senza voce”.

Per questo i Volontari di Legambiente Cassano, in stretta collaborazione con la Parrocchia Santa Maria Assunta e Don Francesco Gramegna, e tutti gli operatori, insegnanti e rifugiati del Centro SPRAR di Cassano hanno deciso di intraprendere un cammino per l'integrazione, che inizierà il prossimo week end (sabato 21 e domenica 22 gennaio) con alcuni eventi che saranno anche l'occasione per una raccolta fondi da devolvere in beneficienza al progetto UNICEF “Bambini in pericolo” come i "Bambini dimenticati di Aleppo".

E subito a questo cammino si sono unite altre associazioni tra cui i volontari UNICEF di Acquaviva delle Fonti, oltre alla sempre propositiva e fattiva associazione Apulia Country, ma anche RadioFutura, l'Agriturismo Fasano e l'Olificio Sociale di Cassano delle Murge.

Pertanto "Con gli Occhi dei Migranti" è il titoto della mostra fotografica per l'integrazione, che sabato 21 gennaio, alle ore 10:00, all'interno del Centro SPRAR di Cassano, darà il via alle iniziative.

Ad essere esposti saranno gli scatti di un percorso iniziato dai volontari di Legambiente con questi ragazzi, ospiti del Centro, durante le attività di PuliamoCassano di settembre, o la recente Festa dell'Albero e durante le stesse attività programmate dallo SPRAR. Nel corso della mattinata le insegnanti del centro allestiranno con i ragazzi un laboratorio creativo.

L'obiettivo è fare entrare un po' di bellezza in luoghi visti con sospetto e spesso oggetto di polemiche, specie mediatiche,  creando  un incontro tra gli ospiti della struttura e cittadini e, magari, aprire gli stessi luoghi ad altri eventi.

La mostra rimarrà aperta fino alle 20:00.

A seguire la domenica mattina del 22 gennaio, è prevista un'escursione naturalistica nei dintorni della nostra cittadina, "A Spasso con la Solidarietà", a cura dei volontari di Legambiente Cassano ed aperta anche alla partecipazione degli ospiti del Centro SPRAR.

L’escursione (di circa 7 km) esplorerà alcune delle aree collinari a ridosso di Cassano,  dal notevole impatto naturalistico e paesaggistico, per fornire una piccola ma preziosa testimonianza del nostro splendido territorio. La partenza e l’arrivo sono previsti presso la sede dell’Oleificio Sociale di Cassano, dove al termine della passeggiata ci sarà anche una piccola degustazione di prodotti tipici gentilmente offerta da Apulia Country e Agriturismo Fasano mentre i volontari UNICEF di Acquaviva delle Fonti allestiranno un punto di raccolta fondi per i "Bambini dimenticati di Aleppo".

Il tracciato è particolarmente stimolante e, nel primo tratto, seguirà la strada di servizio su AQP fin quasi a sfiorare l’ospedale Maugeri per poi deviare decisamente verso sud e contrada Frà Diavolo, salendo su un sentiero “da capre” verso la sommità dove la vista panoramica sulla costa barese è mozzafiato.

Si attraverserà un’area ricca di testimonianze storiche molto interessanti, legate alla transumanza ed alla sosta delle greggi lungo il tratturo che transitava da Cassano, diretto verso la pianura erbosa del Metapontino.

Una ripida discesa ci farà scollinare verso la dolina di Santiquando, un altro luogo magico di rilevante importanza naturalistica dove confluiscono due bellissime lame per  proseguire lungo un delizioso sentiero che segue il corso di una di queste verso sud-est, fino a raggiungere la strada Panoramica e scendendo lungo il fianco della collina di S.Lucia ritorneremo al punto di partenza per la successiva degustazione finale.

La partecipazione è libera e gratuita con appuntamento alle ore 8.30 presso la sede dell’Oleificio Sociale all’inizio di via Grumo, nei pressi dell’ASL, equipaggiati di scarpe da trekking o scarponcini idonei ad evitare storte sulle asperità murgiane.

Si raccomanda la puntualità, il termine escursione è previsto per le ore 13.00 circa.

E infine, domenica sera alle 19:30, nella Chiesa di Santa Maria Assunta, si terrà, The Joyful Chorus in Concerto per i Bambini di Aleppo, che concluderà queste meravigliose giornate per l'integrazione.

"mi sta a cuore richiamare l’attenzione sulla realtà dei migranti minorenni, specialmente quelli soli, sollecitando tutti a prendersi cura dei fanciulli che sono tre volte indifesi perché minori, perché stranieri e perché inermi, quando, per varie ragioni, sono forzati a vivere lontani dalla loro terra d’origine e separati dagli affetti familiari” Papa Francesco

Fonte: http://www.cassanolive.it/news/cultura/461463/giornata-mondiale-del-migrante-e-del-rifugiato-2017-tre-iniziative-a-cassano

 

Azioni sul documento
  • Stampa
archiviato sotto: , ,
Associandoci

logo-barchetta.jpg

Cercasi un fine è insieme un periodico, un’associazione onlus, di promozione sociale, iscritta all’albo regionale della Puglia, fondata nel 2008, con attività che risalgono a partire dal 2002, una rete di scuole di formazione politica, un gruppo di amici stranieri e volontari per l'insegnamento della lingua italiana. Vi partecipano credenti cristiani e donne e uomini di diverse culture e religioni, accomunati dall’impegno per una società più giusta, pacifica e bella.

Una presentazione sintetica delle nostre attività la trovi nel video qui 

altre info su

presentandoci
cercasi una casa
sostenendoci

Prossimi eventi
Il voto politico tra astensione e progetti 03/09/2022 16:00 - 20:00 — Sala Bice Leddomade, via Sanges 11/A, Cassano delle Murge (BA)
Prossimi eventi…
Pubblicando, i testi di Cercasi un fine

Formare alla politica. L'esperienza di Cercasi un fine

Nasce la nuova collana I libri di Cercasi un fine in coedizione con Magma Edizioni. Il primo volume sul metodo educativo e la storia di Cercasi un fine...


Potere e partecipazione. Un'esperienza locale di amministrazione condivisa, di S. Di Liso, D. Lomazzo

Sesto libro della collana di Cercasi un fine


La salute nella e oltre la leggeLa salute nella e oltre la legge. Sfide odierne, di F. Anelli e G. Ferrara

 Quinto libro della collana di Cercasi un fine


Attrezzarsi per la città

Attrezzarsi per la città. Laboratori di formAZIONE socio-politica, di M. Natale

Questo libro, quarto della collana di Cercasi un fine, racconta un’idea, diventata poi una esperienza, basata sulla convinzione che si possa, anzi si debba, progettare...


 

Meditando in video
Un video per scoprire le nostre attività: scuole di politica, giornale e sito web, collana di libri, incontri e seminari, scuola di italiano per stranieri... benvenuti in Cercasi un fine!
Cercasi un fine. Presentandoci
2020
13th of January 2020, BBC interviews our Director Rocco D'Ambrosio on the case of the book of Ratzinger-Sarah
Il nostro direttore Rocco D'Ambrosio intervistato dalla BBC
2020
Di più…
Il 5 x mille per CuF


Sapete quanto è prezioso per noi la vostra firma del 5 x mille a nostro favore: con esso realizziamo scuole di formazione sociale e politica, un sito web e un periodico di cultura e politica, insegnamento dell’italiano per cittadini stranieri, incontri, dibattiti…

Basta la tua firma e il numero dell'associazione 91085390721 nel primo riquadro sul volontariato. 

I nostri amici stranieri

Cercasi un fine organizza degli incontri settimanali di dialogo tra culture e insegnamento della lingua italiana per stranieri.

Maggiori info >>>

centro di ascolto.jpg

Il Gruppo "Il Seggio" di Cercasi un fine a Minervino

 

 

Si chiama "Il seggio": è il gruppo territoriale di Cercasi un fine, nato a Minervino, a fine anno 2021.

Esso nasce dall'iniziativa dei soci fondatori e ordinari di Cuf, residenti a Minervino. Il gruppo (attraverso un apposito Regolamento) è un'emanazione territoriale della nostra Associazione, di cui condivide statuo, finalità, contenuti e strategie associative.

Auguriamo al gruppo di essere attivo e proficuo nella ricerca de nostro Fine come don Milani insegna: "Bisogna che il fine sia onesto. Grande. Il fine giusto è dedicarsi al prossimo. E in questo secolo come lei vuole amare se non con la politica o col sindacato o con la scuola? Siamo sovrani. Non è più il tempo delle elemosine, ma delle scelte".

 

indirizzo: Vico II Spineto, 2
(c/o Parrocchia S. Michele Arcangelo)
76013 Minervino Murge (BT)

per info:
mail: scuolasociopoliticaminervino@cercasiunfine.it
cell: 349 6534286

Contribuendo

Contribuendo.jpg

Bonifico Bancario
Cercasi un Fine ONLUS
IBAN IT26C0846941440000000019932
BCC Credito Cooperatvo

Leggendo il giornale

E' in distribuzione Cercasi un fine n. 126
(2021- Anno XVII)

quadratino rosso Tema: Il rispetto dell'identità sessuale

 

Scrivendo per il giornale

Se volete scrivere per il giornale:
direttore@cercasiunfine.it


  

 

 listing Il n. 127 è dedicato alla vita quotidiana (in un mondo eccessivamente mediatico quale valore ha il quotidiano? I suoi piccoli e significativi gesti quale senso hanno? Conosciamo i vissuti quotidiani attorno a noi?). In preparazione.

 listing Il n. 128 è sulla "Riforma costituzionale in tema ambientale"  (qual è il significato dell'ultima riforma costituzionale in tema ambientale? Quali ricadute per noi e le generazioni future? E' un nuovo patto tra generazioni? Quali effetti sull'attività economica?). Testi da inviare entro il 30 giugno 2022.

listing Il n. 129 è su "Dopo il Covid e la guerra: una nuova globalizzazione?"  (La pandemia e la guerra in Ucraina sembrano aver messo in crisi il vecchio modello della globalizzazione: come costruire un nuovo modello? Cosa deve cambiare e cosa può restare?). Testi da consegnare entro il 30 agosto 2022. 

Se avete qualcosa da proporci su qualcuno di questi temi siamo ben lieti di accoglierlo: testi non superiori a 4000 caratteri/spazi inclusi, da inviare ai nostri indirizzi mail. Accettiamo anche contributi in altre lingue e di bambini.