Tu sei qui: Home / Meditando / In articoli e commenti, scelti da noi / Fiamme, di Giovanni De Mauro

Fiamme, di Giovanni De Mauro

creato da Rocco D'Ambrosio ultima modifica 20/09/2019 11:35
Un interessante intervento sull'emergenza climatica...

 

Possiamo salvare il mondo, prima di cena è il titolo dell’ultimo libro di Jonathan Safran Foer, appena pubblicato in Italia da Guanda. “Quando serve un cambiamento radicale”, scrive Safran Foer, “molti sostengono che sia impossibile indurlo attraverso azioni individuali, per cui è inutile provarci. È vero invece l’esatto contrario: l’importanza dell’azione individuale è la ragione per cui tutti devono provarci”. 

Secondo altri, invece, insistere sull’azione individuale può diventare una trappola. Il mondo in fiamme è il titolo dell’ultimo libro di Naomi Klein, che sta per uscire da Feltrinelli. Il modo in cui parliamo di clima è ancora troppo diviso per compartimenti, mentre l’emergenza climatica è connessa a molte altre crisi e solo affrontandole globalmente, tutte insieme, è possibile risolverle in modo efficace. 

“Uno dei fatti positivi dei richiami al New deal e al Piano Marshall”, scrive Klein, “è che queste analogie storiche ci riportano con la mente a un tempo in cui eravamo abituati a pensare cambiamenti su grande scala”. Si tratta di trasformare l’intero sistema economico. E per farlo serve una sollevazione popolare, un movimento globale e di massa. Siamo stati abituati a ragionare in termini di singoli consumatori, dobbiamo invece tornare a pensare come una collettività, una comunità politica e sociale. Non vuol dire che analizzare, e se necessario modificare, le proprie scelte e i propri comportamenti sia sbagliato, bisogna però non farsi illusioni che questo basti a fermare il disastro verso cui stiamo andando. 

“Quando Greta Thunberg decide di andare in barca a vela fino a New York”, dice Klein in un’intervista al Guardian, “non è importante per quello che fa come individuo, ma per il messaggio che trasmette come attivista: questa è un’emergenza e come tale va trattata”. 

La questione è complessa, le risposte possibili sono tante, parlarne e discuterne è necessario.

 

pubblicato in Internazionale.it 19.9.2019

Azioni sul documento
  • Stampa
archiviato sotto: ,
I nostri amici stranieri

Cercasi un fine organizza degli incontri settimanali di dialogo tra culture e insegnamento della lingua italiana per stranieri.

Maggiori info >>>

centro di ascolto.jpg

Associandoci

logo-barchetta.jpg
Cercasi un fine
è insieme un periodico, un’associazione onlus, di promozione sociale, iscritta all’albo regionale della Puglia, fondata nel 2008, con attività che risalgono a partire dal 2002 e una rete di scuole di formazione politica. Vi partecipano credenti cristiani e donne e uomini di diverse culture e religioni, accomunati dall’impegno per una società più giusta, pacifica e bella.

Una presentazione sintetica delle nostre attività la trovi nel video qui 

altre info su

presentandoci
cercasi una casa
sostenendoci

con carta di credito o PayPal

Leggendo il giornale

Cercasiunfine-119.jpg

E' in distribuzione Cercasi un fine n. 119
(2020- Anno XVI)

quadratino rosso Tema: Dialogo Interreligioso

Scrivendo per il giornale

Se volete scrivere per il giornale:
direttore@cercasiunfine.it


 

 listing Il n. 120 è sui DOVERI (si parla spesso di diritti: e i doveri? Cosa intendiamo per doveri? Esistono gruppi, culture e religioni che danno seria testimonianza sui doveri? Come educare ai doveri?)  è in preparazione.

listing Il n. 121 è su RESISTERE RESISTERE RESISTERE: come abbiamo vissuto il periodo di crisi sanitaria; testi da inviare entro il 15 settembre 2020.

 listing Il n. 122 è su... Tutti pazzi per i Social? Come i social stanno trasformando nostro modo di pensare, giudicare, informarci e razionarci? Riusciamo ad essere ironici su questa influenza diffusa? Testi da inviare entro 31 ottobre 2020.

Se avete qualcosa da proporci su qualcuno di questi temi siamo ben lieti di accoglierlo. Accettiamo anche contributi in altre lingue.