Tu sei qui: Home / Meditando / In articoli e commenti, scelti da noi / Democrazia: chi, dove, quando?

Democrazia: chi, dove, quando?

creato da webmaster ultima modifica 30/09/2015 10:42
nel primo seminario annuale 2012-2013: parliamo di democrazia con Rocco D'Ambrosio* e i corsisti delle scuole, gli amici e i simpatizzanti di Cercasi un fine
Quando 24/11/2012
dalle 16.00 alle 19.00
Dove Liceo Scientifico-Classico "L. Da Vinci" Cassano (Ba)
Persona di riferimento
Recapito telefonico per contatti 339 7553901 - 339 4454584
Partecipanti Seminario aperto a tutti... gli interessati e motivati!
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal

La prima parola del nostro itinerario annuale è: democrazia. Riflettere sulla democrazia è oggi necessario e indispensabile per riportare la politica alla sua funzione originaria e benefica. Come scriveva Albert Camus: «La politica deve, per quanto possibile, essere riportata nei suoi giusti termini di contorno. Il suo fine non deve essere quello di fornirci un vangelo o un catechismo, né morale né politico. Il ruolo della politica è di tenerci in ordine la casa, non di occuparsi delle nostre questioni intime».

* Il relatore:

Rocco D'Ambrosio (www.rocda.it), nato a Cassano delle Murge BA, nel 1963, è sacerdote della diocesi di Bari. Ha conseguito il baccalaureato in filosofia e teologia (Pontificia Università Lateranense, Roma 1984-1987); la laurea in filosofia (II Università degli Studi "Tor Vergata", Roma 1992); il dottorato in scienze sociali (Pontificia Università Gregoriana, Roma 1995), dopo periodi di studio presso alcune università inglesi.

Attualmente insegna Filosofia Politica presso la Facoltà di Scienze Sociali della Pontificia Università Gregoriana (Roma), ivi è Responsabile della Didattica.

E’ docente di Etica della Pubblica Amministrazione presso la Scuola Superiore dell’Amministrazione del Ministero dell’Interno.

Dal 1995 al 2002 ha ricoperto responsabilità diocesane, regionali e nazionali nell'ambito ecclesiale della pastorale del lavoro.

Si occupa di formazione all’impegno sociale, politico e nel mondo del lavoro, collaborando con diverse istituzioni, a livello locale e nazionale. Giornalista pubblicista, dirige il periodico di cultura e politica “Cercasi un fine” e il suo relativo sito web (www.cercasiunfine.it ).

Coordina e dirige alcune scuole di formazione all’impegno sociale e politico in Puglia, a partire dal 2002.

Azioni sul documento
  • Stampa
archiviato sotto: ,
I nostri amici stranieri

Cercasi un fine organizza degli incontri settimanali di dialogo tra culture e insegnamento della lingua italiana per stranieri.

Maggiori info >>>

centro di ascolto.jpg

Associandoci

logo-barchetta.jpg
Cercasi un fine
è insieme un periodico, un’associazione onlus, di promozione sociale, iscritta all’albo regionale della Puglia, fondata nel 2008, con attività che risalgono a partire dal 2002 e una rete di scuole di formazione politica. Vi partecipano credenti cristiani e donne e uomini di diverse culture e religioni, accomunati dall’impegno per una società più giusta, pacifica e bella.

Una presentazione sintetica delle nostre attività la trovi nel video qui 

altre info su

presentandoci
cercasi una casa
sostenendoci

con carta di credito o PayPal

Leggendo il giornale

Cercasiunfine-119.jpg

E' in distribuzione Cercasi un fine n. 119
(2020- Anno XVI)

quadratino rosso Tema: Dialogo Interreligioso

Scrivendo per il giornale

Se volete scrivere per il giornale:
direttore@cercasiunfine.it


 

 listing Il n. 120 è sui DOVERI (si parla spesso di diritti: e i doveri? Cosa intendiamo per doveri? Esistono gruppi, culture e religioni che danno seria testimonianza sui doveri? Come educare ai doveri?)  è in spedizione.

listing Il n. 121 è su RESISTERE RESISTERE RESISTERE: come abbiamo vissuto il periodo di crisi sanitaria è in preparazione.

 listing Il n. 122 è su... Tutti pazzi per i Social? Come i social stanno trasformando nostro modo di pensare, giudicare, informarci e razionarci? Riusciamo ad essere ironici su questa influenza diffusa? Testi da inviare entro 31 ottobre 2020.

Se avete qualcosa da proporci su qualcuno di questi temi siamo ben lieti di accoglierlo. Accettiamo anche contributi in altre lingue.