Tu sei qui: Home / Meditando / In articoli e commenti, scelti da noi / 21 Marzo, di Tonio Dell'Olio

21 Marzo, di Tonio Dell'Olio

creato da Denj — ultima modifica 14/09/2015 18:56
È il primo giorno di Primavera. Giorno di occhi puntati verso il cielo a cercare un varco oltre le nubi, un accenno di arcobaleno, un timido raggio di sole a sgomitare gentilmente.

È il primo giorno di Primavera. Giorno di occhi puntati verso il cielo a cercare un varco oltre le nubi, un accenno di arcobaleno, un timido raggio di sole a sgomitare gentilmente. A cercare di decifrare il cielo della politica, del mondo intero, della chiesa, della società. Perché alla fine la Primavera non puoi impedirla. Nè ritardarla. Arriva come una sorpresa con il primo garrire delle rondini e con il silenzioso fiorire di mandorli. Quando ti meraviglia il verso trasognato dei poeti e la follia delle parole dei profeti. Per questo il primo giorno di Primavera è anche giornata della memoria delle vittime di mafia. Perché non sia mai vano quel prezzo - il più alto - pagato dagli onesti che a piedi nudi hanno sfidato la violenza, l'arroganza e la prepotenza. Di mafie di affiliati e di clan anonimi e a piede libero insinuatisi tra la gente e nella vita, nella mente e nelle coscienze. Si illude colui che pensa che vittime stia per sconfitti. La vittima solo è sconfitta dall'oblio e non dalla morte. Per questo la memoria non è l'allucinazione dei deboli ma la Primavera degli onesti. È semmai la forza di una consegna. È vita che contagia vita. È il perimetro della speranza che sconfina nella trama dei giorni. È valore che si infiltra quasi clandestinamente nella banalità delle parole e dei pensieri apparentemente inchiodati all'omertà. Per questo facciamo bene a scrutare il cielo anche oggi e a rintracciare quei nomi e quei volti come un timido raggio di sole tra le nubi.

 

fonte: http://www.mosaicodipace.it, 21.03.2013

Azioni sul documento
  • Stampa
archiviato sotto:
I nostri amici stranieri

Cercasi un fine organizza degli incontri settimanali di dialogo tra culture e insegnamento della lingua italiana per stranieri.

Maggiori info >>>

centro di ascolto.jpg

Associandoci

logo-barchetta.jpg
Cercasi un fine
è insieme un periodico, un’associazione onlus, di promozione sociale, iscritta all’albo regionale della Puglia, fondata nel 2008, con attività che risalgono a partire dal 2002 e una rete di scuole di formazione politica. Vi partecipano credenti cristiani e donne e uomini di diverse culture e religioni, accomunati dall’impegno per una società più giusta, pacifica e bella.

Una presentazione sintetica delle nostre attività la trovi nel video qui 

altre info su

presentandoci
cercasi una casa
sostenendoci

con carta di credito o PayPal

Leggendo il giornale

Cercasiunfine_115_Pagina_01.jpg

E' in distribuzione Cercasi un fine n. 115
(2019 - Anno XIV)

quadratino rosso Tema: Ambiente

Scrivendo per il giornale

Se volete scrivere per il giornale:
direttore@cercasiunfine.it


  Il 116 è sulla COPPIA (cosa vuol dire oggi essere "coppia"? Quali i ruoli nella coppia? Cos è la fedeltà nella coppia?) in preparazione.

 listing Il 117 è sul RAZZISMO (Dove nasce il razzismo? Cosa ci fa diventare razzisti? C'è il razzismo nella Chiesa?),  testi da inviare entro il 15 ottobre 2019.

 listing Il 118 è sull'ECONOMIA CIVILE (Cosa è l'economia civile? I Pro e i Contro di questo modello? Dove è applicato e come?)  testi da inviare entro il 15 novembre 2019.

 listing Il 119 è sul DIALOGO INTERRELIGIOSO  (Quanto abbiamo paura delle altre religioni? Le religioni dialogano tra di loro? Qual'è la finalità del dialogo? Cos'è il fondamentalismo religioso?)  testi da inviare entro il 31 gennaio 2020.

 listing Il 120 è sui DOVERI (si parla spesso di diritti: e i doveri? Cosa intendiamo per doveri? Esistono gruppi, culture e religioni che danno seria testimonianza sui doveri? Come educare ai doveri?)  testi da inviare entro il 15 marzo 2020.


Se avete qualcosa da proporci su qualcuno di questi temi siamo ben lieti di accoglierlo. Accettiamo anche contributi in altre lingue.