Tu sei qui: Home / Meditando / In articoli e commenti di Cercasi un fine / Storia di una donna italiana, di Margaret Bux

Storia di una donna italiana, di Margaret Bux

creato da Denj — ultima modifica 15/09/2015 10:45
Un uomo all’altezza del mondo esiste?

Un uomo all’altezza del mondo esiste? Era una giovane disincanta e disinteressata all’elezione del papa Wojtyla. In corsa per l’affermazione economica e professionale, oggi ha 50 anni e resta scossa e disorientata dal papa tedesco. Non per il fatto in sé, ma perché pochi sono i suoi punti fermi nella vita.

Esistono persone più o meno oneste, ma se si impegna ella può farsi strada, affermarsi e contribuire a costruire qualcosa di buono per il paese dove e’ nata. Nel ’78 aveva 16 anni, presa dalla difficoltà del crescere, i suoi occhi videro un uomo polacco sicuro, pragmatico, non ascetico.

E’ cresciuta studiando, lavorando, lottando e parallelamente quell’uomo ha cambiato il comune sentire degli uomini svincolandosi da stereotipi e regole clericali. E gli uomini hanno apprezzato la vigoria e la sicurezza nel gestire il ruolo che ricopriva. Ma la ormai donna e mamma non aveva alcuna attinenza e assonanza con il vescovo di Roma, era sommersa di responsabilità e non aveva tempo di occuparsi delle cose di Dio e rinviava nel futuro questo ulteriore impegno.

Poi la malattia di Karol, il suo lottare da leone quando molti ne chiedevano l’abdicazione, la dignità di quest’uomo la convinceva che ogni uomo scelto a ricoprire questo ruolo, riceveva una tutela ed una forza tale da permettergli di navigare i mari impetuosi sulla Terra. E’ andata ad incontrarlo il 1° novembre prima della sua morte. Non riuscì a discernere le sue parole faticosamente pronunziate, ma voleva essere lì per testimoniargli il suo rispetto e la sua attenzione per anni non concessagli.

Il successore, molti dicono indicato da lui stesso, era tedesco, ma tutto sembrava tranne che tedesco.. Un papa teologo, studioso, preparato, ma freddo. Allora è cominciata una domanda nell’anima, perché le folle di cristiani lo acclamano ed oggi lo rimpiangono.

Ci ha messo quasi 30 anni ad avvicinarsi a Karol, uomo forte che attaccava in Sicilia la mafia e che ha turbato il suo cuore solo nella sua vulnerabile vecchiaia. Non le sono bastati i quasi 8 anni di pontificato di Benedetto XVI per accettarlo nel suo cuore. Volle andare a vederlo a Bari, quando appena insediato venne, ma in realtà non riuscì a gustare l’incontro. Chi ne ha ben parlato di quell’evento non era nelle retrovie come lei, arrivata in bici con marito e figlioli. Immersa nella spazzatura lasciata dai “giovani cristiani” che sullo spiazzale Marisabella avevano atteso il papa nella notte precedente.

Era convinta che il miracolo avvenuto nei secoli precedenti, si ripetesse. Qualunque uomo chiamato al soglio papale, anche nei modi meno ispirati, viene illuminato ed adempie il suo compito al meglio. Joseph molla, erede di Karol, con il compito di proseguire le innovazioni del predecessore, molla.

Cade in lei (e la disorienta), il convincimento che qualsiasi cosa l’uomo vuole determinare, il Signore modifica e piega a migliori soluzioni. Non doveva arrendersi, poteva stravolgere e modificare ogni cosa ed il suo predecessore ne era la testimonianza vivente.

Se oggi, in mancanza di sicurezze politiche, economiche e sociali, viene a mancarle anche un solido pastore spirituale, lei singola ed incerta cristiana, come potrà combattere le difficoltà insormontabili del terzo millennio.

Torniamo all’inizio, non esistono uomini all’altezza, ma uomini che si ritrovano in ruoli che esigono tale qualità e combattono per non soccombere al ruolo raggiunto.

 

fonte: riceviamo e pubblichiamo

Azioni sul documento
  • Stampa
Prossimi eventi
III Forum di Etica Civile, Verso un patto tra generazioni: un presente giusto per tutti 16/11/2019 - 17/11/2019 — Firenze
La comunità che viene dal futuro: ricordando Franco Ferrara 30/11/2019 09:00 - 17:30 — Sala De Deo, Palazzo Comunale, via G. Rossini, Gioia del Colle (Ba)
Prossimi eventi…
Pubblicando, i testi di Cercasi un fine

Potere e partecipazione. Un'esperienza locale di amministrazione condivisa, di S. Di Liso, D. Lomazzo

Sesto libro della collana di Cercasi un fine

 


La salute nella e oltre la leggeLa salute nella e oltre la legge. Sfide odierne, di F. Anelli e G. Ferrara

 

Quinto libro della collana di Cercasi un fine


Attrezzarsi per la città

Attrezzarsi per la città. Laboratori di formAZIONE socio-politica, di M. Natale

Questo libro, quarto della collana di Cercasi un fine, racconta un’idea, diventata poi una esperienza, basata sulla convinzione che si possa, anzi si debba, progettare...


 

Meditando in video
Papa Francesco ha inviato domenica 23 aprile 2017 un video messaggio dedicato a don Lorenzo Milani, il priore di Barbiana, alla manifestazione “Tempo di Libri”, a Milano, dove nel pomeriggio è stata presentata l’edizione completa di “Tutte le Opere” del sacerdote, con alcuni inediti, curata dallo storico Alberto Melloni per la collana dei Meridiani Mondadori...
Videomessaggio del Santo Padre per Don Milani
Politica in weekend - 2 e 3 luglio 2016
Guida alla riforma costituzionale
Di più…
I nostri amici stranieri

Cercasi un fine organizza degli incontri settimanali di dialogo tra culture e insegnamento della lingua italiana per stranieri.

Maggiori info >>>

centro di ascolto.jpg

Associandoci

logo-barchetta.jpg
Cercasi un fine
è insieme un periodico, un’associazione onlus, di promozione sociale, iscritta all’albo regionale della Puglia, fondata nel 2008, con attività che risalgono a partire dal 2002 e una rete di scuole di formazione politica. Vi partecipano credenti cristiani e donne e uomini di diverse culture e religioni, accomunati dall’impegno per una società più giusta, pacifica e bella.

Una presentazione sintetica delle nostre attività la trovi nel video qui 

altre info su

presentandoci
cercasi una casa
sostenendoci

con carta di credito o PayPal

Leggendo il giornale

Cercasiunfine_115_Pagina_01.jpg

E' in distribuzione Cercasi un fine n. 115
(2019 - Anno XIV)

quadratino rosso Tema: Ambiente

Scrivendo per il giornale

Se volete scrivere per il giornale:
direttore@cercasiunfine.it


  Il 116 è sulla COPPIA (cosa vuol dire oggi essere "coppia"? Quali i ruoli nella coppia? Cos è la fedeltà nella coppia?) in preparazione.

 listing Il 117 è sul RAZZISMO (Dove nasce il razzismo? Cosa ci fa diventare razzisti? C'è il razzismo nella Chiesa?),  testi da inviare entro il 15 ottobre 2019.

 listing Il 118 è sull'ECONOMIA CIVILE (Cosa è l'economia civile? I Pro e i Contro di questo modello? Dove è applicato e come?)  testi da inviare entro il 15 novembre 2019.

 listing Il 119 è sul DIALOGO INTERRELIGIOSO  (Quanto abbiamo paura delle altre religioni? Le religioni dialogano tra di loro? Qual'è la finalità del dialogo? Cos'è il fondamentalismo religioso?)  testi da inviare entro il 31 gennaio 2020.

 listing Il 120 è sui DOVERI (si parla spesso di diritti: e i doveri? Cosa intendiamo per doveri? Esistono gruppi, culture e religioni che danno seria testimonianza sui doveri? Come educare ai doveri?)  testi da inviare entro il 15 marzo 2020.


Se avete qualcosa da proporci su qualcuno di questi temi siamo ben lieti di accoglierlo. Accettiamo anche contributi in altre lingue.