Tu sei qui: Home / Meditando / In articoli e commenti di Cercasi un fine / Il voto dei cattolici, di Rocco D'Ambrosio

Il voto dei cattolici, di Rocco D'Ambrosio

creato da Rocco D'Ambrosio ultima modifica 17/09/2015 17:17
Un breve commento al voto dei cattolici... disperso e maturo?

 

ELEZIONI: DON D'AMBROSIO, VOTO CATTOLICO RISULTA DISPERSO

FALLITE LE OPERAZIONI DI VERTICE; M5S COMPATIBILE CON VALORI
ROMA

 

(ANSA) - ROMA, 25 FEB - Il voto dei cattolici "é un voto disperso e la stessa operazione Todi sembra non aver sortito chissà quale effetto". Lo afferma all'ANSA don Rocco D'ambrosio, docente alla Pontificia Università Gregoriana e creatore delle Scuole di formazione all'impegno sociale e politico", commentando i primi dati delle elezioni.
Alla domanda su dove sia finito il voto dei cattolici, don D'Ambrosio replica: "Mi auguro nella loro coscienza come mi auguro che il voto cattolico sia diventato più maturo.
Personalmente vorrei conoscere le motivazioni di quei cattolici che hanno votato il Movimento 5 Stelle perché è la realtà più frammentata e composita che possa esistere in questo momento nel Paese".
Ma i valori dei cattolici sono compatibili con il movimento di Beppe Grillo? "Il M5S è un grande contenitore dove diverse realtà sono accomunate dalla protesta, in alcuni settori dalla rabbia. Ora bisogna vedere se sono capaci di passare dalla protesta alla proposta". Di sicuro per il docente esperto di politica, il verdetto delle urne dice che "non ha senso fare una chiamata politica ai cattolici in quanto cattolici".
"Io credo - spiega ancora don D'Ambrosio - che gli elettori cattolici siano già formati e non abbiano bisogno di operazioni di vertice ma di essere aiutati dalla comunità di fedeli e dai pastori a tradurre la loro fede in politica ma non c'é bisogno di dire a un cattolico adulto chi votare ma di testimoniare il Vangelo in questo Paese frammentato, privo di stabilità politica e dove ci sono ancora tanti elettori che votano una delle peggiori figure della storia politica". (ANSA).

Azioni sul documento
  • Stampa
I nostri amici stranieri

Cercasi un fine organizza degli incontri settimanali di dialogo tra culture e insegnamento della lingua italiana per stranieri.

Maggiori info >>>

centro di ascolto.jpg

Associandoci

logo-barchetta.jpg
Cercasi un fine
è insieme un periodico, un’associazione onlus, di promozione sociale, iscritta all’albo regionale della Puglia, fondata nel 2008, con attività che risalgono a partire dal 2002 e una rete di scuole di formazione politica. Vi partecipano credenti cristiani e donne e uomini di diverse culture e religioni, accomunati dall’impegno per una società più giusta, pacifica e bella.

Una presentazione sintetica delle nostre attività la trovi nel video qui 

altre info su

presentandoci
cercasi una casa
sostenendoci

con carta di credito o PayPal

Leggendo il giornale

Cercasiunfine-120.jpg

E' in distribuzione Cercasi un fine n. 120
(2020- Anno XVI)

quadratino rosso Tema: I doveri

Scrivendo per il giornale

Se volete scrivere per il giornale:
direttore@cercasiunfine.it


 

listing Il n. 121 è su RESISTERE RESISTERE RESISTERE: come abbiamo vissuto il periodo di crisi sanitaria è in preparazione.

 listing Il n. 122 è su... Tutti pazzi per i Social? Come i social stanno trasformando nostro modo di pensare, giudicare, informarci e razionarci? Riusciamo ad essere ironici su questa influenza diffusa? Testi da inviare entro 31 ottobre 2020.

 listing Il n. 123 è sula RINASCITA (1. Cosa vuol dire “rinascita” dopo la crisi sanitaria? 2. Positività e negatività della crisi sanitaria nel lavoro, scuola, famiglia, politica, sanità, economia, ambiente? 3. Cosa vuol dire sperare in un futuro migliore?). Testi da inviare da entro 31 dicembre 2020.

Se avete qualcosa da proporci su qualcuno di questi temi siamo ben lieti di accoglierlo. Accettiamo anche contributi in altre lingue.