Tu sei qui: Home / Meditando / In articoli e commenti di Cercasi un fine / Buon Natale... con le parole di una bimba

Buon Natale... con le parole di una bimba

creato da Rocco D'Ambrosio ultima modifica 24/12/2018 17:11
I nostri auguri vi raggiungono con le parole di una piccola...

 

Sono i desideri e gli auguri di una piccola di 8 anni. Li facciamo nostri e auguriamo a tutti i nostri lettori un Buon Natale e un Sereno 2019!

Caro Babbo Natale,

io mi chiamo G. e non chiedo molto, vorrei che esaudissi i miei desideri. Vorrei che la mia zia P. stesse bene, perché non sta tanto bene. Poi, se puoi, fa che io ricordi i miei ricordi con i miei amici, e se anche li vedo nella mia mente, io li rivivo e rivivo momenti indimenticabili.

Babbo Natale, tu come regalo, per Natale mi dovresti regalare una risposta; tu sei vero o ti hanno inventato?

Io vorrei anche che la mia mamma e il mio papà mi regalassero una sorellina, per giocarci, per ridere insieme, pure per non stare da sola!

Io, Babbo Natale, ti chiedo che tu faccia cadere una stella cadente, così i miei desideri si avverano.

Babbo Natale io ti chiedo che il nostro pianeta sia più pulito, così le persone non si ammalano, così non c’è più puzza, le persone sarebbero pure più educate (e per altre ragioni).

Babbo Natale, ora chiedo per i miei genitori, papà vorrebbe passare almeno un Natale con la sua famiglia, perché il Natale lo passiamo dai nonni, da parte della mamma.

Invece la mamma vorrebbe avere un lavoro.

Ora ti devo dire un giocattolo con cui passare del tempo, e questo gioco è un laboratorio per creare le patatine fritte e mangiarle quando vedo i film e divertirmi a sgranocchiarle.

Babbo Natale, io ora ti chiedo per i più piccoli. Regaliamo un Natale da favola, così potranno vivere pure loro dei ricordi che saranno fantastici. E alla mia classe regala un Natale di pace, e quindi auguro a tutti un BUON NATALE!

DA G. F.

TI ASPETTO! TI VOGLIO BENE!

Azioni sul documento
  • Stampa
archiviato sotto: ,
I nostri amici stranieri

Cercasi un fine organizza degli incontri settimanali di dialogo tra culture e insegnamento della lingua italiana per stranieri.

Maggiori info >>>

centro di ascolto.jpg

Associandoci

logo-barchetta.jpg
Cercasi un fine
è insieme un periodico, un’associazione onlus, di promozione sociale, iscritta all’albo regionale della Puglia, fondata nel 2008, con attività che risalgono a partire dal 2002 e una rete di scuole di formazione politica. Vi partecipano credenti cristiani e donne e uomini di diverse culture e religioni, accomunati dall’impegno per una società più giusta, pacifica e bella.

Una presentazione sintetica delle nostre attività la trovi nel video qui 

altre info su

presentandoci
cercasi una casa
sostenendoci

con carta di credito o PayPal

Leggendo il giornale

Cercasiunfine-119.jpg

E' in distribuzione Cercasi un fine n. 119
(2020- Anno XVI)

quadratino rosso Tema: Dialogo Interreligioso

Scrivendo per il giornale

Se volete scrivere per il giornale:
direttore@cercasiunfine.it


 

 listing Il n. 120 è sui DOVERI (si parla spesso di diritti: e i doveri? Cosa intendiamo per doveri? Esistono gruppi, culture e religioni che danno seria testimonianza sui doveri? Come educare ai doveri?)  è in preparazione.

listing Il n. 121 è su RESISTERE RESISTERE RESISTERE: come abbiamo vissuto il periodo di crisi sanitaria; testi da inviare entro il 15 settembre 2020.

 listing Il n. 122 è su... Tutti pazzi per i Social? Come i social stanno trasformando nostro modo di pensare, giudicare, informarci e razionarci? Riusciamo ad essere ironici su questa influenza diffusa? Testi da inviare entro 31 ottobre 2020.

Se avete qualcosa da proporci su qualcuno di questi temi siamo ben lieti di accoglierlo. Accettiamo anche contributi in altre lingue.