Tu sei qui: Home / Interagendo / Recensendo / Siamo tutti della stessa carne, di R. Cristiano e R. D'Ambrosio

Siamo tutti della stessa carne, di R. Cristiano e R. D'Ambrosio

creato da Rocco D'Ambrosio ultima modifica 24/03/2021 14:37
Un commento dialogato all'enciclica Fratelli tutti di Papa Francesco

 

Autori 
Riccardo CRISTIANO - Rocco D'AMBROSIO
Titolo
Siamo tutti della stessa carne. Dialogo su Fratelli tutti tra un cattolico e un agnostico
Editore
Castelvecchi
Luogo - Anno
Roma 2020
Isbn

Due amici, un prete cattolico, Rocco D’Ambrosio, e un giornalista agnostico, Riccardo Cristiano, si scrivono scambiandosi le loro impressioni sull’enciclica Fratelli tutti di papa Francesco. È un dialogo serrato e sincero in cui, esprimendo dubbi e apprezzamenti e restituendo la propria formazione e storia personale, i due autori affrontano i temi della lettera apostolica: il significato della fratellanza oggi, il pluralismo, la funzione sociale della proprietà, il globalismo e il localismo, l’economia che crea scarti e ingiustizie, la politica e il populismo, il ruolo delle religioni, l’uso corretto e costruttivo dei mezzi di comunicazione sociale e il “grande tema” del lavoro. Un dialogo a 360 gradi: come suggerisce lo stesso papa Francesco, «il futuro non è monocromatico». 

RICCARDO CRISTIANO
Giornalista e vaticanista, dopo essersi occupato a lungo di politica estera ha lavorato al Giornale Radio Rai coordinando l’informazione religiosa. Collabora con «La Stampa», «Reset», «Formiche». Si occupa di dialogo interreligioso ed è presidente dell’Associazione giornalisti amici di padre Dall’Oglio. Ha pubblicato: Tra lo scià e Khomeini (2015); Paolo Dall’Oglio. La profezia messa a tacere (2017); con Castelvecchi, tra gli altri, Siria. L’ultimo genocidio (2017) e Bergoglio o barbarie (2020).

ROCCO D’AMBROSIO
Ordinario di Filosofia Politica presso la facoltà di Filosofia della Pontificia Università Gregoriana a Roma, insegna Etica della Pubblica Amministrazione presso il Ministero dell’Interno. È presidente dell’Associazione Cercasi un fine, che si occupa di formazione politica. Tra i suoi saggi ricordiamo: Ce la farà Francesco? La sfida della riforma ecclesiale (2016; tradotto in inglese, spagnolo e portoghese), e Formare alla politica. L’esperienza di Cercasi un fine (2020).

vedi anche la presentazione del libro fatta dagli autori su formiche.net 16.12.20: 

https://formiche.net/2020/12/fratelli-tutti-stessa-carne-papa/

-  https://www.cercasiunfine.it/meditando/scelti-da-noi/siamo-tutti-della-stessa-carne-il-libro-dialogo-sull2019enciclica-che-cura-il-virus-identitario-di-riccardo-cristiano-e-rocco-d2019ambrosio#.X93mkS9aZQM

--------------------------------------------------------------------------------

In English 

Riccardo CRISTIANO - Rocco D’AMBROSIO

SIAMO TUTTI DELLA STESSA CARNE  [WE ARE ALL OF THE SAME FLESH]

Dialogo su Fratelli tutti tra un cattolico e un agnostico [Dialogue on the encyclical Fratelli Tutti between a Catholic and an Agnostic] 

Castelvecchi, Rome 2020

 Two friends, a Catholic priest, Rocco D’Ambrosio, and an agnostic journalist, Riccardo Cristiano, write to each other exchanging their impressions on Pope Francis’s encyclical Fratelli Tutti. It is a close and sincere dialogue in which, expressing doubts and appreciation and returning their own formation and personal history, the two authors address the themes of the apostolic letter: the meaning of brotherhood today, pluralism, the social function of property, globalism and localism, the actual economy that creates waste and injustices, politics and populism, the role of religions, the correct and constructive use of the means of social communication and the "great theme" of work. A 360-degree dialogue, as Pope Francis himself suggests: "the future is not monochromatic".

-----------------------------------------------------------------------

RECENSIONI

Papa: dialogo tra un prete e un agnostico su Fratelli tutti 
Esce 'Siamo tutti della stessa carne' di Cristiano e D'Ambrosio 

(ANSA) - ROMA, 23 DIC 2020 - Due amici, un prete cattolico, Rocco D'Ambrosio, e un giornalista agnostico, Riccardo Cristiano, si scrivono scambiandosi le loro impressioni sull'enciclica 'Fratelli tutti' di papa Francesco. È un dialogo serrato e sincero - ora nel libro 'Siamo tutti della stessa carne' (Castelvecchi, pag. 100, 1uro 12,50) - in cui, esprimendo dubbi e apprezzamenti e restituendo la propria formazione e storia personale, i due autori affrontano i temi della lettera apostolica: il significato della fratellanza oggi, il pluralismo, la funzione sociale della proprietà, il globalismo e il localismo, l'economia che crea scarti e ingiustizie, la politica e il populismo, il ruolo delle religioni, l'uso corretto e costruttivo dei mezzi di comunicazione sociale e il "grande tema" del lavoro. Un dialogo a 360 gradi: come suggerisce lo stesso papa Francesco, "il futuro non è monocromatico". "Non è facile scrivere a quattro mani, di solito si scrive con una, al computer con due - dicono i due autori nella prefazione -. Il resto è stato molto più semplice; merito ovviamente della grande fruibilità e profondità del testo di papa Francesco, l'enciclica "Fratelli tutti", una sorta di medicina felice ed efficace contro la malattia dei tempi moderni, la follia identitaria, o per meglio identitarista. E proprio questo è il punto che ci ha spinto a confrontarci solo su questo testo, seguendolo passo passo". "Questa malattia infatti riguarda tutti gli ambienti culturali, come un virus pre-Covid ha contagiato tutti i continenti, tutti gli ambiti culturali: laici, atei, religiosi - aggiungono -. È una medicina che si offre per tutti, può curare tutti, per questo va seguita, letta e capita con occhi diversi. Perché può curarci senza che ci si debba spostare da dove siamo, facendoci capire davvero, dove siamo". Riccardo Cristiano, giornalista e vaticanista, dopo essersi occupato a lungo di politica estera ha lavorato al Giornale Radio Rai coordinando l'informazione religiosa. Collabora con La Stampa, Reset, Formiche. Si occupa di dialogo interreligioso ed è presidente dell'Associazione giornalisti amici di padre Dall'Oglio. Ha pubblicato: Tra lo scià e Khomeini (2015); Paolo Dall'Oglio. La profezia messa a tacere (2017); con Castelvecchi, tra gli altri, Siria. L'ultimo genocidio (2017) e Bergoglio o barbarie (2020). Rocco D'Ambrosio, ordinario di Filosofia Politica presso la facoltà di Filosofia della Pontificia Università Gregoriana a Roma, insegna Etica della Pubblica Amministrazione presso il Ministero dell'Interno. È presidente dell'Associazione Cercasi un fine, che si occupa di formazione politica. Tra i suoi saggi: Ce la farà Francesco? La sfida della riforma ecclesiale (2016; tradotto in inglese, spagnolo e portoghese), e Formare alla politica. L'esperienza di Cercasi un fine (2020). (ANSA). 
GR/

Radio Vaticana - 23.12.2020: Stefano Leszczynski intervista, per Radio Vaticana Italia, Riccardo Cristiano e Rocco D'Ambrosio, autori del libro "Siamo della stessa carne. Dialogo su Fratelli tutti fra un cattolico e un agnostico", Castelvecchi Editore, da pochi giorni in libreria. https://www.vaticannews.va/it/podcast/rvi-programmi/il-mondo-alla-radio/2020/12/il-mondo-alla-radio-seconda-parte-23-12-2020 

Radio <vaticana - 28.12.2020: Nuovamente su Radio Vaticana Fabio Colagrande intervista Riccardo Cristiano e Rocco D'Ambrosio, autori del libro "Siamo della stessa carne. Dialogo su Fratelli tutti fra un cattolico e un agnostico", Castelvecchi Editore, da pochi giorni in libreria.

https://www.vaticannews.va/it/podcast/rvi-programmi/la-finestra-del-papa/2020/12/la-finestra-del-papa-seconda-parte-28-12-2020.html

23.12.2020 su globalist.it:
28.12.2020 su Ytali.com:
- 15.1.2021 su rainews Enzo Quarto intervista Rocco D’Ambrosio sul libro, con Riccardo Cristiano, “Siamo tutti della stessa carne”, nella sede di Cercasi un fine, per Rai 3 Puglia https://www.rainews.it/tgr/puglia/video/2021/01/pug-libri-Rocco-DAmbrosio-c5a4204a-379f-4cb1-946e-049645cb7d00.html?wt_mc=2.www.wzp.tgrpuglia_ContentItem-c5a4204a-379f-4cb1-946e-049645cb7d00.&wt&fbclid=IwAR0C79jaDtuA1QbAwmg8xAzxPz6cZEQwNUjOaJrsW2JEk_D0cIR014XvYZs
- 7.2.2021 Recensione dell'Avvenire, a firma di Luca Geronico, "Verso una vera fratellanza all'insegna del dialogo"
- 15.2.2021
@Giuseppe Giulietti, Presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, recensisce il libro di Riccardo Cristiano e Rocco D'Ambrosio, "Siamo tutti della stessa carne. Dialogo su “Fratelli tutti” tra un cattolico e un agnostico" (Castelvecchi editore 2020).
Chi è il credente e chi l’agnostico? Leggendo le firme degli autori non può esserci margine di dubbio Riccardo Cristiano, giornalista rigoroso e sobrio, vaticanista insaziabile, capace di andare oltre ogni apparenza, è anche un socialista non pentito, cresciuto nel pensiero critico e nella capacità di contrastare ogni dogma e di sottoporre a verifica critica qualsiasi pensiero, senza mai inchinarsi al principio di autorità, di qualsiasi natura e colore. Questi elementi dovrebbero fare di Lui il modello dell’agnostico, invece Riccardo, in ogni momento di questa conversazione, mostra una forte attrazione verso Papa Bergoglio che ,scegliendo il nome di Francesco, ha indicato una strada segnata dalla fratellanza e dalla condivisione e offrendo questo percorso a tutte e a tutti, senza distinzione di fede, di colore della pelle, di opinioni politiche. Mai come in questa stagione “l’agnostico” si sente chiamato in causa, coinvolto in un progetto etico, politico, ma anche religioso, perché ti costringe a fare i conti con un Dio che ha offerto la vita del proprio figlio per realizzare un’alleanza che parte dagli ultimi della terra, dai “Piccoli”, da quelli che Francesco chiama “gli scarti umani” Per queste ragioni il cammino di Riccardo Cristiano rappresenta un punto di incontro tra tradizioni diverse che si riconoscono, tuttavia, nell’umanesimo integrale. Questo percorso, diverso nei riferimenti e nelle esperienze esistenziali, è il medesimo che ha segnato e segna la vita di Rocco D’ambrosio, sacerdote, professore di teologia, animatore di decine e decine di scuole di politica, insaziabile lettore di Don Milani, capace di unire donne e uomini “alla ricerca di un fine” attraverso le sue molteplici esperienze ecclesiali, sociali e civili. Il credente, dunque, non può che essere Lui, ma la sua è una fede aperta al confronto con le diversitá, che ricerca “un fine” comune, capace di realizzare i ponti dell’inclusione, della solidarietà, della condivisione intesa come il simbolo di una unitá che non annulla le distinzioni, ma le mette insieme nella costruzione, a seconda dei punti di vista della “città terrena” o della “città di Dio” o magari di una città che possa far convivere le popolazioni. L’agnostico e il credente conducono in questo libro un dialogo aperto alla scambio e alla modifica dei rispettivi punti di vista, si interrogano reciprocamente, procedono utilizzando il metodo dialettico che consente di dialogare non per antiche contrapposizioni, ma per progressive e feconde sintesi. Si ritrovano, non casualmente, in quel “Documento di fratellanza” voluta da Papa Bergoglio e che ha segnato una pagina storica nel dialogo tra cattolici e musulmani. Questo dialogo é un figlio legittimo di questa nuova stagione. Un grazie, infine, alla casa editrice Castelvecchi, che, in questi tempi di crisi e di virus, continua ad offrirci riflessioni capaci , quanto meno, di contrastare i virus dell’indifferenza, dell’odio, del razzismo.
- Solidarietà internazionale, rivista del CIPSI, mar 2021, p. 43
Azioni sul documento
  • Stampa
Pubblicando, i testi di Cercasi un fine

Formare alla politica. L'esperienza di Cercasi un fine

Nasce la nuova collana I libri di Cercasi un fine in coedizione con Magma Edizioni. Il primo volume sul metodo educativo e la storia di Cercasi un fine...


Potere e partecipazione. Un'esperienza locale di amministrazione condivisa, di S. Di Liso, D. Lomazzo

Sesto libro della collana di Cercasi un fine


La salute nella e oltre la leggeLa salute nella e oltre la legge. Sfide odierne, di F. Anelli e G. Ferrara

 Quinto libro della collana di Cercasi un fine


Attrezzarsi per la città

Attrezzarsi per la città. Laboratori di formAZIONE socio-politica, di M. Natale

Questo libro, quarto della collana di Cercasi un fine, racconta un’idea, diventata poi una esperienza, basata sulla convinzione che si possa, anzi si debba, progettare...


 

Meditando in video
Un video per scoprire le nostre attività: scuole di politica, giornale e sito web, collana di libri, incontri e seminari, scuola di italiano per stranieri... benvenuti in Cercasi un fine!
Cercasi un fine. Presentandoci
2020
13th of January 2020, BBC interviews our Director Rocco D'Ambrosio on the case of the book of Ratzinger-Sarah
Il nostro direttore Rocco D'Ambrosio intervistato dalla BBC
2020
Di più…
I nostri amici stranieri

Cercasi un fine organizza degli incontri settimanali di dialogo tra culture e insegnamento della lingua italiana per stranieri.

Maggiori info >>>

centro di ascolto.jpg

Associandoci

logo-barchetta.jpg
Cercasi un fine
è insieme un periodico, un’associazione onlus, di promozione sociale, iscritta all’albo regionale della Puglia, fondata nel 2008, con attività che risalgono a partire dal 2002, una rete di scuole di formazione politica, un gruppo di amici stranieri e volontari per l'insegnamento della lingua italiana. Vi partecipano credenti cristiani e donne e uomini di diverse culture e religioni, accomunati dall’impegno per una società più giusta, pacifica e bella.

Una presentazione sintetica delle nostre attività la trovi nel video qui 

altre info su

presentandoci
cercasi una casa
sostenendoci

con carta di credito o PayPal

Leggendo il giornale

E' in distribuzione Cercasi un fine n. 122
(2021- Anno XVII)

quadratino rosso Tema: Tutti pazzi per i sociale?

Scrivendo per il giornale

Se volete scrivere per il giornale:
direttore@cercasiunfine.it


 

 listing Il n. 122 è su... Tutti pazzi per i Social? -  è in spedizione.

 

 listing Il n. 123 è sulla RINASCITA (1. Cosa vuol dire “rinascita” dopo la crisi sanitaria? 2. Positività e negatività della crisi sanitaria nel lavoro, scuola, famiglia, politica, sanità, economia, ambiente? 3. Cosa vuol dire sperare in un futuro migliore?): in preparazione.

 listing Il n. 124 è su Il Pianeta che vogliamo (1. Che rapporto c'è tra la pandemia e la situazione ambientale? 2. Nuove politiche industriali e del lavoro e impatto sull'ambiente? 3. Cosa cambiare negli stili di vita? 4. Quale il contributo delle religioni?) Testi da inviare da entro 31 maggio 2021.

 listing Il n. 125 è sulla Repubblica "post Covid e tante risorse" (1. Come la pandemia ha cambiato i processi politici? 2. Cosa cambia nella partecipazione dei cittadini? 3. E' democratico questo processo? 4. Quale visione politica ispira il tutto?) Testi da inviare da entro 31 luglio 2021.

Se avete qualcosa da proporci su qualcuno di questi temi siamo ben lieti di accoglierlo. Accettiamo anche contributi in altre lingue.