Tu sei qui: Home / Interagendo / Recensendo / Recensendo 2016 / Kant e la possibilità dell'etica

Kant e la possibilità dell'etica

creato da Rocco D'Ambrosio ultima modifica 07/09/2016 11:28
Carmelo Alessio Meli
Titolo

Kant e la possibilità dell’etica

Autori

Carmelo Alessio Meli
Editore Mimesis Edizioni
Dati p. 334, 2016
ISBN

978-88-5753-333-9


 

Questo lavoro presenta un’analisi critico-sistematica dei Primi Principi Metafisici della Dottrina della Virtù di Immanuel Kant. Dato il crescente interesse nei confronti dell’ultima opera di filosofia morale del pensatore di Königsberg, si è tentato di intraprendere una via interpretativa che potesse offrire, anche al lettore non esperto, una prospettiva credibile e convincente del testo nella sua complessità. Discostandosi da punti di vista secondo i quali l’opera sulla virtù costituirebbe la parte impura del sistema di Kant, la lettura qui presentata cerca di comprendere gli assunti dell’Introduzione, della Dottrina degli Elementi e del Metodo all’interno di un discorso fondativo sulla possibilità dell’etica pura, della massima morale nel suo momento di realizzazione esterna. Piuttosto che stabilire una precisa elencazione di doveri, Kant riformula e ripensa le divisioni tradizionali mosso dall’esigenza, profondamente in linea con la sua tarda filosofia, di unire normatività e storia, antropologia e filosofia pura dei costumi. Seguendo l’orizzonte che vuole dar senso e possibilità al binomio filosofico di legge e natura, questo saggio percorre l’argomentazione di Kant in maniera precisa, provando a spiegare e discutere un discorso che, dalla deduzione dei doveri di virtù, giunge ad assunti più ampi riguardanti l’essere razionale finito e la sua lotta contro le inclinazioni, la storia, l’educazione e il senso della nostra destinazione morale.

Carmelo Alessio Meli (Napoli, 1985) è Dottore di Ricerca in Filosofia Pratica presso l’Università di Roma “La Sapienza”. Si occupa del tardo pensiero morale di Immanuel Kant e della filosofia dell’illuminismo tedesco su cui ha pubblicato diversi saggi specialistici. È stato per diverso tempo ricercatore di filosofia morale e docente di italianistica presso l’Università di Siegen e ha lavorato come fellow di ricerca presso il Centro Italo-Tedesco per l’Eccellenza Europea “Villa Vigoni”.


Azioni sul documento
  • Stampa
archiviato sotto:
I nostri amici stranieri

Cercasi un fine organizza degli incontri settimanali di dialogo tra culture e insegnamento della lingua italiana per stranieri.

Maggiori info >>>

centro di ascolto.jpg

Associandoci

logo-barchetta.jpg
Cercasi un fine
è insieme un periodico, un’associazione onlus, di promozione sociale, iscritta all’albo regionale della Puglia, fondata nel 2008, con attività che risalgono a partire dal 2002 e una rete di scuole di formazione politica. Vi partecipano credenti cristiani e donne e uomini di diverse culture e religioni, accomunati dall’impegno per una società più giusta, pacifica e bella.

Una presentazione sintetica delle nostre attività la trovi nel video qui 

altre info su

presentandoci
cercasi una casa
sostenendoci

con carta di credito o PayPal

Leggendo il giornale

Cercasi un fine 118.jpg

E' in distribuzione Cercasi un fine n. 118
(2020- Anno XVI)

quadratino rosso Tema: Economia civile

Scrivendo per il giornale

Se volete scrivere per il giornale:
direttore@cercasiunfine.it


 

 listing Il n. 118 è sull'ECONOMIA CIVILE. Il cartaceo è stato spedito; il PDF lo si trova qui si sopra nella home page.

 listing Il n. 119 è sul DIALOGO INTERRELIGIOSO  è in preparazione.

 listing Il n. 120 è sui DOVERI (si parla spesso di diritti: e i doveri? Cosa intendiamo per doveri? Esistono gruppi, culture e religioni che danno seria testimonianza sui doveri? Come educare ai doveri?)  testi da inviare entro il 30 aprile 2020.

Per il n. 120 lanciamo un’iniziativa per coinvolgere tutti i nostri lettori: Tweet on duty - Un tweet sul dovere

Ti chiediamo di rispondere a una sola di queste domande (indicando nome, cognome, lavoro, città) in maniera sintetica, praticamente non più dei 140 caratteri che si usano in un tweet, da inviare a associazione@cercasiunfine.it o sms o whatsapp al cell. 337 1031728
Ecco le domande, scegline solo una e rispondi!
1. Cosa ti spinge a fare il tuo dovere?
2. Cosa provi nel fare il tuo dovere?
3. Cosa ti aspetti quando fai il tuo dovere?
4. Quali difficoltà incontri quando fai il tuo dovere? 
Testi da inviare entro il 30 aprile 2020.


Se avete qualcosa da proporci su qualcuno di questi temi siamo ben lieti di accoglierlo. Accettiamo anche contributi in altre lingue.